Tutti gli articoli di bottecchia

GRANDE PROVA ALLA MILANO-TORINO CON L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

È stato un ottimo Kevin Rivera a dare la top ten all’Androni Giocatoli Sidermec oggi in una Milano-Torino grandi firme. A Superga ha vinto il canadese Woods davanti a Valverde e Adam Yates. Poi Benoot, Gaudi, Bernal, Mollena e Fuglsang prima del giovane scalatore costaricense dei campioni d’Italia che ha chiuso al 9° posto precedendo lo spagnolo Mas. La corsa si è infiammata sulla seconda e ultima ascesa di Superga verso l’arrivo con gli attesi big che si sono dati battaglia. Rivera, che ha compiuto 21 anni a giugno, è stato molto bravo a scattare e tenere un gran ritmo per andare a chiudere a soli 33” dal vincitore.

Buona in generale, oltre al bel 9° posto di Rivera, la prova dell’Androni Giocattoli Sidermec che ha piazzato discretamente bene anche Masnada e Ravanelli. Sfortuna, invece, per Mattia Cattaneo che nel finale è caduto.

I campioni d’Italia con la buona prova di oggi allungano in vetta alla classifica della Ciclismo Cup quando al termine della challenge manca solo il Gran Piemonte di domani. Un Gran Piemonte (l’arrivo è in salita a Oropa) nel quale l’Androni Giocattoli Sidermec schiererà Masnada, Bais, Vendrame, Rivera, Florez, Munoz e Ravanelli.

BOTTECCHIA IN TESTA ALLA CICLISMO CUP CON ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

Dopo il Giro dell’Emilia, il Gran Premio Beghelli, e  la Tre Valli Varesine l’Androni Giocattoli Sidermec mantiene la leadership della Ciclismo Cup, quando al termine mancano solo due prove. Il team si prepara al finale di stagione ed è pronto a vivere gli ultimi appuntamenti con le storiche corse del calendario nazionale.

Grande prova alle Tre Valli Varesine, dove è stato il fotofinish a togliere ad Andrea Vendrame e all’Androni Giocattoli Sidermec il terzo posto che l’ordine d’arrivo ufficioso aveva inizialmente attribuito ai campioni d’Italia. È finita così, con un podio sfiorato e un po’ di amaro in bocca per l’Androni Giocattoli Sidermec, la classica varesina (1.HC), segnata dalla presenza di ben quattordici team World Tour.

La squadra andrà a caccia di punti fino a giovedì, alla Milano-Torino e al Gran Piemonte, due corse che chiamano all’appello gli scalatori.

BOTTECCHIA FACTORY TEAM SUL PODIO SU DUE FRONTI

Alla D’Annunzio Bike, Dal Grande sfiora il colpaccio mentre Pavarin è 3° alla XCO tra Adige e Gorzone.

Una griglia di partenza di tutto rispetto sulla cornice del Lungolago di Gardone. Alle ore 9,30 puntuale la partenza e i nostri atleti li vediamo già nelle prime posizioni . Appena lasciato il lago si transita davanti al Vittoriale degli Italiani, storica dimora di Gabriele D’Annunzio e su un tratto molto panoramico si raggiunge San Michele dove si entra nel vivo della gara . Prima con un bel tracciato in single track poi la famosa crono scalata “Pirel col Krono” per raggiungere il punto più alto a 1000 mt il Pirelli. Poi un tuffo tutto in discesa molto divertente e veloce. La gara è stata comandata dal terzetto composto da Cattaneo, Dal Grande e Rebagliati. Seguiti a pochi minuti da D’Agostino , che vittima di una foratura ha perso il compagno di squadra e di conseguenza la possibilità di fare giocato di squadra. Stefano non ha mollato ed ha chiuso la gara in seconda posizione con una spettacolare volata combattuta con Cattaneo all’arrivo al Vittoriale. Marco arriva quarto ma con buon vantaggio sul suo inseguitore. Ottima la prestazione anche di Tonoli che giunge undicesimo.

Mentre in Veneto il nostro Marcello Pavarin ha conquistato un terzo gradino del podio alla “xco tra Adige e Gorzone”

Complimenti ai nostri ragazzi che dimostrano sempre impegno e voglia di fare bene .

ANDRONI PROTAGONISTA IN CINA COME MIGLIOR TEAM

Il Tour of China si è chiuso con una cerimonia di premiazione che ha visto L’Androni Giocattoli Sidermec protagonista.

Doppia premiazione per Kevin Rivera: terzo posto in classifica generale e primo posto nella classifica degli scalatori e maglia a pois per lui.

Marco Benfatto, invece, ha chiuso al secondo posto la classifica a punti.
Infine, l’Androni Giocattoli Sidermec è salita sul palco per ricevere il premio come migliore Team.

Per i campioni d’Italia, guidati in ammiraglia dal direttore sportivo Leonardo Canciani, è il 28° successo stagionale.

26 VITTORIA STAGIONALE. ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC VINCE ANCORA IN CINA

Arriva ancora dalla ruota veloce di Marco Benfatto il nuovo successo per l’Androni Giocattoli Sidermec. Nella seconda tappa del Tour of China II il velocista padovano ha fatto valere il suo spunto con una gran rimonta negli ultimi 50 metri di corsa.

Il suo cavallo di battaglia: T1 ENDURACE, la top di gamma in carbonio monoscocca super aero, perfetta per gli scatti e gli sprint veloci.

Per Benfatto il successo sul circuito di Jianghua è il terzo di questo settembre cinese, dopo i due al Tour of China I.

Lo sprinter dell’Androni Giocattoli Sidermec sul traguardo ha preceduto Reguigui (Tsg) e Nicolas Marini. Benfatto con il successo di oggi ha conquistato anche la vetta della classifica a punti e domani nella terza tappa della corsa cinese che si chiuderà il 22 settembre partirà con la maglia blu di leader della speciale graduatoria.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec quello di oggi è il 26° successo in stagione.

ANCORA UN PODIO PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: BENFATTO SECONDO IN CINA

Ancora un podio per l’Androni Giocattoli Sidermec. È quello centrato all’alba di questa mattina, complice il fuso orario, da Marco Benfatto al Tour of China I. Nella terza tappa della corsa asiatica (Huangshi-Huangshi), infatti, il velocista padovano dei campioni d’Italia ha chiuso lo sprint al secondo posto alle spalle del coreano Park.

Benfatto, che aveva vinto la prima tappa della corsa cinese, ha così portato a quota ottantadue i podi in stagione per l’Androni Giocattoli Sidermec, che tra pochi giorni tornerà a gareggiare anche in Italia con il ritorno della Ciclismo Cup.

Benfatto, che guida la classifica a punti, nella volata di oggi si è lasciato alle spalle Andrea Guardini, Butler, Benhamouda, Maronese  e Maikin.

Il Tour of China I domani proporrà la quarta tappa da Zhijiang a Zhijiang.

BENFATTO PORTA L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC SUL GRADINO PIU’ ALTO DEL PODIO IN CINA

È ancora uno sprint a portare un nuovo successo per l’Androni Giocattoli Sidermec che in Cina ha inaugurato nel miglior modo possibile il settembre intensissimo di corse. Ha vinto Marco Benfatto: il velocista padovano si è aggiudicato la prima tappa del Tour of China I, la gara a tappe asiatica che si concluderà il 14 settembre.
Benfatto nello sprint conclusivo sul traguardo di Yoadokou Culture Square (dopo 96 chilometri di corsa) ha superato l’olandese Roy Efting (Memil Pro Cycling) e il malese Mohamed Harrif Salleh (Terengannu Cycling Team). Poi Reguigui, Guardini, Bresciani, Butler, Gibson, Kononenko e Papok. Benfatto è anche il primo leader della corsa che domani proporrà una cronometro individuale.
Per il 31enne Benfatto è la terza vittoria stagionale, la diciannovesima della carriera e la settima al Tour of China I dove detiene il record di vittorie della corsa. Per l’Androni Giocattoli Sidermec, guidata in Cina dal direttore sportivo Leonardo Canciani, è il ventiquattresimo successo del 2019.

L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC PRONTA PER LA TRASFERTA ASIATICA AL TOUR OF CHINA I

Dopo le corse di agosto in Europa e in attesa delle gare italiane di settembre, l’Androni Giocattoli Sidermec è pronta per il primo degli impegni asiatici di questo finale di stagione. Scatterà, infatti, sabato 7 settembre il Tour of China I, tradizionale appuntamento dal quale i campioni d’Italia negli anni passati hanno sempre raccolto ottimi risultati.

Otto le tappe in programma per la gara cinese di prima categoria (Uci 2.1) fino alla conclusione del 14 settembre. Per i campioni d’Italia saranno in corsa Marco Benfatto, Julian Cardona, Mattia Frapporti, Daniel Munoz, Kevin Rivera e Mattia Viel. In ammiraglia ci sarà il direttore sportivo Leonardo Canciani.

La trasferta cinese proseguirà poi con il Tour of China II, in programma dal 16 al 22 settembre.

RIENTRO ALLE GARE POSITIVO PER IL BOTTECCHIA FACTORY TEAM

Domenica  1 settembre 4 atleti del team sono rientrati alle competizioni, portando a casa ottimi risultati.
Alla Soprazocco Bike Marcello Pavarin vince per il secondo anno consecutivo, seguito in seconda posizione da Marco D’Agostino e quarto arriva Emanuele Tonoli.  Alla Soprazocco Bike  si presentano oltre 500 atleti in una splendida giornata di sole. La prima griglia era di tutto rispetto, dunque la tensione si respirava.  Il percorso di 44 km e circa 1200 Mt di dislivello  è molto nervoso ma divertente , un percorso che non ti dà tregua.. I nostri atleti gestiscono subito la situazione e prendono subito le prime posizioni per affrontare la salita del Monte Covolo e prendere vantaggio sulla insidiosa discesa. Infatti al sesto km  spuntano dalla curva a fine discesa Marco e Marcello con un vantaggio su Emanuele e il resto del gruppo di circa 40 secondi. Vantaggio che è sempre aumentato. Emanuele ha sempre gestito la gara tra la quinta e la sesta posizione , per poi risalire e in volata chiudere quarto. Marcello e Marco hanno fatto gara in coppia arrivano sotto le due ore.

Stefano Dal Grande invece era impegnato alla Marathon della Brianza dove ha fatto una ottima prestazione arrivando ottavo in un parterre di altissimo livello. In Brianza Stefano Dal Grande ha dovuto vedersela con forti atleti che non ti fanno respirare… e fino si meno venti era in decima posizione, per poi spingere e portarsi avanti e chiudere ottavo. Una grande prestazione.
Il team oggi chiude la domenica con un bel sorriso… bravissimi i nostri ragazzi che vogliono portare a termine la stagione nel migliore dei modi.

DAVVERO BUONA LA TRASFERTA FRANCESE PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

Si è chiusa ieri, con l’ultima tappa del Tour Poitou Charentes, la trasferta francese dell’Androni Giocattoli Sidermec, che proprio dalla breve gara a tappe ha raccolto l’ennesimo successo di un’intensa stagione. La vittoria l’ha firmata in volata Matteo Pelucchi (nella terza tappa di giovedì), ma dal Poitou Charentes è arrivata una buona prova generale di tutto il team che ieri ha ottenuto il settimo posto con Mattia Frapporti. Sempre ieri ci aveva ancora una volta provato Mattia Viel, che la fuga buona l’aveva centrata il secondo giorno di corsa.

Sempre la Francia, va ricordato, solo una settimana fa aveva regalato ai campioni d’Italia un altro brillante successo con Francesco Gavazzi nell’ultima tappa del Tour du Limousin. E proprio dalla trasferta francese agostana, cui si era aggiunta ad inizio mese la Vuelta a Burgos in Spagna, l’Androni Giocattoli Sidermec ha raccolto, oltre ai risultati, importanti conferme in vista di un settembre intenso dove ripartirà la Ciclismo Cup. Le tre brevi gare a tappe di questo mese, va ricordato, hanno visto la presenza di molti team World Tour. E proprio per restare nel tema c’è da sottolineare come a questo punto della stagione l’Androni Giocattoli Sidermec nella classifica mondiale per squadre sia proprio a ridosso dei big team.

Sugli ultimi successi e le buone prove in generale arriva anche il commento del team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio: «La trasferta in Francia era stata programmata come preparazione alle gare della Ciclismo Cup ed ora rientriamo con due vittorie di tappa in corse di prima categoria Uci. Tutti i componenti la squadra e in particolare Francesco Gavazzi e Matteo Pelucchi sono stati davvero bravi».

PELUCCHI PORTA L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC SUL GRADINO PIU’ ALTO DEL PODIO IN FRANCIA

Ha la firma di Matteo Pelucchi la ventitreesima vittoria della stagione per l’Androni Giocattoli Sidermec. Il velocista lombardo ha vinto, con autorità, allo sprint la terza tappa del Tour Poitou Charentes disputata questa mattina da Châtellerault a Pleumartin (110 chilometri). Pelucchi ha preceduto Matteo Malucelli, Pierre e Rudy Barbier, Duval, Jones e Zerman.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec, guidata al Poitou Charentes in ammiraglia dal direttore sportivo Giovanni Ellena, è il secondo squillo in questa fine di agosto, dopo l’acuto di Francesco Gavazzi, sempre in Francia, al Limousin di settimana scorsa.

Il Tour Poitou Charentes, che ieri in casa Androni Giocattoli Sidermec aveva visto sugli scudi Mattia Viel protagonista di una bella fuga, dopo l’acuto di Pelucchi di stamattina è proseguito oggi pomeriggio con la quarta tappa a cronometro. Domani la conclusione con l’arrivo a Poitiers. Per Pelucchi si tratta della quarta vittoria stagionale dopo i due successi ottenuti al Tour de Langkawi e quello alla Vuelta Aragon in primavera.

L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AL TOUR POITOU CHARENTES

Dalla Francia alla Francia va avanti così il calendario gare di questo agosto per l’Androni Giocattoli Sidermec, che dopo l’impegno al Tour du Limousin, dove è arrivato anche un successo con Francesco Gavazzi, sarà di scena al Tour Poitou Charentes. L’appuntamento è dal 27 al 30 agosto. Il via con la Niort-Rochefort sur Mer, poi l’arrivo di Aigre mercoledì, due semitappe giovedì e la conclusione venerdì 30 a Poitiers: questo il programma della corsa francese Uci 2.1.

Al via della breve gara a tappe transalpina per l’Androni Giocattoli Sidermec ci saranno Marco Benfatto, Matteo Busato, Mattia Frapporti, Matteo Pelucchi, Josip Rumac e Mattia Viel. A guidare la squadra in ammiraglia sarà il direttore sportivo Giovanni Ellena.

UN ALTRO GIOVANE DI TALENTO PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: ARRIVA L’ECUADORIANO JEFFERSON CEPEDA

Un nuovo giovane di talento per l’Androni Giocattoli Sidermec. I campioni d’Italia, infatti, hanno messo sotto contratto per le prossime quattro stagioni (dal 2020 al 2023) l’ecuadoriano Jefferson Alexander Cepeda Ortiz, il 21enne che ieri ha vinto l’ultima tappa del Tour de l’Avenir con l’arrivo in salita a Le Corbier. Ed è proprio alla corsa transalpina, la più grande vetrina internazionale del ciclismo under 23, dove il team manager di Androni Giocattoli Sidermec ha fatto firmare l’accordo al promettente sudamericano. Sabato a Tignes Savio ha concluso con le firme sul contratto la trattativa con il corridore seguito dal procuratore Giuseppe Acquadro.

Cepeda, che è nato il 16 giugno del 1998, prima di questo Tour de l’Avenir chiuso al 9° posto in generale, si era già messo in evidenza con la maglia della sua nazionale partecipando ai giochi panamericani. Quest’anno ha pure chiuso al secondo posto il campionato nazionale dell’Ecuador su strada, dietro a Caicedo del Team Educazione First, e al terzo quello a cronometro.

Fisico da scalatore, Cepeda, che è cugino di quel Jefferson Alveiro Cepeda che corre in Europa per la Caja Rural, in montagna ha fatto vedere cose eccellenti in molte gare sudamericane, dove recentemente ha gareggiato con il team colombiano Avenal Gw El Carmen Viboral. Sulla sua nuova scoperta, che correrà con la maglia Androni Giocattoli Sidermec dal gennaio 2020, Gianni Savio spiega: «Continua il progetto giovani iniziato tre anni fa con Egan Bernal, Ivan Sosa, Davide Ballerini, Andrea Vendrame e Fausto Masnada, tutti corridori passati al World Tour. Jefferson Cepeda è un forte scalatore, che abbiamo seguito nel corso dell’anno e che ha dimostrato il suo valore anche ora al Tour dell’Avenir».

GRAN VOLATA DI GAVAZZI: È VITTORIA AL LIMOUSIN PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

Arriva la firma di Francesco Gavazzi sul Tour du Limousin dell’Androni Giocattoli Sidermec.

Il 35enne valtellinese, infatti, questo pomeriggio ha vinto con una volata irresistibile la quarta e ultima tappa della corsa francese (Uci 2.1). Gavazzi ha fatto sua la Confolens-Limoges (177,4 chilometri) con uno sprint superbo sull’insidioso arrivo, lasciandosi alle spalle di un paio di biciclette i francesi Martin, Cosnefroy, Idjouadiene e Calmejane, il colombiano Osorio, gli altri transalpini Rolland e Simon, lo spagnolo Lobato e il portoghese Fonte per completare l’ordine d’arrivo dei primi dieci.

L’esperto corridore dell’Androni Giocattoli Sidermec, protagonista in  sella alla nostra Emme4 Squadra aveva sfiorato il successo al Tour du Limousin già nella seconda tappa, chiudendo con il secondo posto. Ieri era stato autore di una lunga e bella azione conclusasi a pochi chilometri dal traguardo e stamattina aveva preso il via della tappa con la maglia azzurra di leader della classifica a punti, poi chiusa al terzo posto. E terzo Gavazzi ha terminato pure nella classifica dei gran premi della montagna. Per il valtellinese, che in marzo aveva già sfiorato il successo in una frazione della Coppi e Bartali, si tratta della prima vittoria stagionale. Per l’Androni Giocattoli Sidermec, che ha chiuso al secondo posto la classifica a squadre della breve gara a tappe francese dove a guidarla in ammiraglia c’era il direttore sportivo Alessandro Spezialetti, è, invece, il ventiduesimo centro della stagione.

Naturalmente soddisfatto il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio: «Avevamo programmato la trasferta in Francia, come preparazione alle corse della Ciclismo Cup ed è arrivata una splendida vittoria in una gara importante quale il Tour du Limousin. Davvero bravissimo Francesco Gavazzi».

VITTORIA SFIORATA IN FRANCIA PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC CON GAVAZZI

Vittoria sfiorata al Tour du Limousin per l’Androni Giocattoli Sidermec. Nella seconda tappa da Base départementale de Rouffiac a Trélissac di 182,9 chilometri, infatti, è stato Francesco Gavazzi a chiudere al secondo posto nella volata di gruppo. Ancora un podio, dunque, per l’Androni Giocattoli Sidermec, che con quello odierno ha toccato quota settantacinque in stagione. Per Gavazzi, battuto solo dallo spagnolo Mikel Aristi (Euskadi), il risultato di oggi è la conferma di una condizione in crescendo dopo il bel piazzamento nella prima tappa della Vuelta a Burgos di settimana scorsa.
Il valtellinese ha chiuso davanti al francese Cosnefroy, a Sbaragli, allo spagnolo Lobato, al transalpino Pacher, ad Albanese, e agli altri due francesi Calmejane (leader della generale) e Idjouadiene.
La breve corsa a tappe francese, che si è aperta ieri, domani proporrà la terza tappa Chamboulive-Beynat di 176,8 chilometri. Sabato, poi, la chiusura a Limoges.

CHE BELL’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC A BURGOS: RIVERA 5° CON I BIG AL PICON BLANCO

Terzo giorno di Vuelta a Burgos e terzo giorno di top ten per l’Androni Giocattoli Sidermec dopo quelli di Gavazzi e Belletti. Nell’arrivo in quota di oggi ai 1486 metri del Picon Blanco ha chiuso al 5° posto Kevin Rivera. Il giovane scalatore costaricense dei campioni d’Italia nel finale di tappa ha fatto il ritmo con i migliori della corsa hors categorie spagnola che vede al via diverse squadre World Tour. La Sargentes de la Lora-Picon di 150 chilometri ha visto il successo di Ivan Sosa del team Ineos, il 21enne colombiano lanciato tra i big proprio dall’Androni Giocattoli Sidermec del team manager Gianni Savio.

Rivera sul difficile traguardo della corsa spagnola è stato preceduto solo da Ivan Sosa (che un anno fa in maglia Androni Giocattoli Sidermec vinse una tappa e la classifica generale della Vuelta a Burgos) e dagli spagnoli Rodriguez (Euskadi), Pedrero (Movistar) e De La Cruz (Team Ineos), rispettivamente a 17”, 24” e 30” dal vincitore. E con 30” dall’ex compagno Sosa, che nel team di Savio nel 2017 ha corso anche con Egan Bernal, ha terminato anche il 21enne Rivera, molto bravo a precedere di qualche secondo sull’ascesa conclusiva con una pendenza media superiore al 9% Richard Carapaz, il vincitore del Giro d’Italia, e il francese Pierre Rolland. Per l’Androni Giocattoli Sidermec nella tappa odierna da segnalare anche il buon 11° posto di Miguel Florez, che ora in generale è appena fuori dalla top ten. Non è nelle primissime posizioni della generale, invece, Kevin Rivera solo a causa della caduta nella quale era rimasto coinvolto nel finale della prima tappa. Il costaricense, quest’anno già a segno a Sibiu in Romania, è tra i primi nella speciale classifica della montagna. Sempre in tema di classifiche, l’Androni Giocattoli Sidermec è attualmente terza in quella a squadre.

ANCORA UN PIAZZAMENTO A BURGOS PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: QUARTO BELLETTI

Arriva un bel piazzamento anche nella seconda tappa della Vuelta a Burgos per l’Androni Giocattoli Sidermec. Dopo l’ottavo posto di Gavazzi, quest’oggi nella Gumiel de Izan-Lerma di 155 chilometri a chiudere tra i primi è stato Manuel Belletti. Il velocista romagnolo ha terminato al quarto posto la frazione vinta in una volata allungata dallo spagnolo Aberasturi su Nizzolo e Narvaez. Belletti ha preceduto Aranburu, Lobato, Raim e Boeckmans. Undicesimo ha chiuso il vincitore del Giro d’Italia Carapaz.

Fresco di rinnovo per la prossima stagione con l’Androni Giocattoli Sidermec, Belletti conferma così anche in Spagna, in attesa degli importanti appuntamenti di settembre, la sua continuità di rendimento e risultati. Già tre le vittorie quest’anno per il velocista romagnolo che anche al Giro d’Italia è sempre stato tra gli sprinter protagonisti.

A Burgos in classifica generale per l’Androni Giocattoli Sidermec è decimo Francesco Gavazzi.

D’AGOSTINO ANCORA A PODIO

Marco D’Agostino è 2° alla tappa dei Santa Cruz MTB Cross Country Series

Domenica 4 agosto a Niardo BS per la 18^ edizione del “Gir de Gnard”  Santa Cruz mtb cross country series  il nostro atleta Marco D’Agostino  sale ancora sul secondo gradino del podio.
Per essere un periodo di riposo il  nostro atleta ci regala grandi soddisfazioni.
Quattro giri di un percorso molto bello e molto divertente a detta di Marco. Praticamente tutta la gara fianco a fianco con Matteo Cucchi che vince la gara battendo in volata il nostro Marco.
Chiude in terza posizione Luciano Rota.
Con la buona prestazione di oggi Marco ci dimostra di essere un valido atleta anche nella disciplina del Cross country. Team Bottecchia sempre attivo e presente.
Il prossimo appuntamento sarà  per la Soprazocco Bike dove vedremo nuovamente in pista il team al completo.

ALTRO PODIO PER IL BOTTECCHIA FACTORY TEAM

Domenica 28 luglio prima della pausa estiva due reda hanno voluto chiudere con la gara di casa a Roe’Volciano in provincia di Brescia .
Marco D’Agostino ed Emanuele Tonoli hanno partecipato alla ormai collaudata e impegnativa gara di Cross Country Xc GP degli Ulivi.

Fino all’ultimo si temeva potesse essere rimandata causa previsioni meteo negative. Ma invece la giornata era perfetta. Nuvoloso e fresco ma non piovoso. Il clima giusto per una gara.

Ore 11 la partenza. In griglia un livello altissimo di specialisti del cross country pronti ad affrontare 5 giri da 4,8 km  con circa 200 mt di dislivello a giro.  Poco più di un ora di gara, carica di adrenalina!

Partenza a bomba per Emanuele e Marco con il primo gruppo, poi appena entrati nel single track con la bellissima discesa tecnica verso la Madonna del rio è iniziata una vera gara di inseguimenti e sorpassi tra Fruet e Righettini, tallonati da D’Agostino e Cucchi. Ad ogni passaggio una bagarre, veramente bello vedere quattro grandi atleti a lottare per la posizione.

Alla fine Martino Fruet vince la gara, seguito in seconda posizione da Marco D’Agostino e in terza posizione Matteo Cucchi.

Tonoli chiude la gara in quattordicesima posizione.

Ora una pausa per recuperare e prepararsi per il finale di stagione, che ci riserva ancora delle gare interessanti.

BUONA ADRIATICA IONICA RACE PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

 

È stata una buona Adriatica Ionica Race quella che si è conclusa ieri per l’Androni Giocattoli Sidermec. In termini di risultati il team ha piazzato ben tre corridori nella top-15 della corsa; al contrario, purtroppo la sfortuna ci ha messo lo zampino con lo stop forzato di tre corridori per cadute e problemi fisici.

Daniel Munoz nono, Fausto Masnada tredicesimo e Matteo Busato quindicesimo: sono questi i buoni piazzamenti finali nella generale vinta dall’ucraino Mark Padun della Bahrain Merida. La corsa, chiusasi ieri a Trieste con la volata di Hodeg della Deceuninck, era scattata mercoledì con un criterium da Mestre per poi vivere la tappa degli sterrati verso Grado, l’arrivo in quota al Lago di Misurina e il traguardo di Cormons sabato. Sugli sterrati per i campioni d’Italia era stato molto bravo Mattia Cattaneo a restare nel gruppo dei migliori, salvo poi dover alzare bianca il giorno seguente a causa di problemi di stomaco. Stessa sfortunata sorte, ma una tappa dopo, anche per Manuel Belletti. Dopo la frazione di Grado, invece, non era ripartito il colombiano Miguel Florez, coinvolto in una caduta.

A Misurina il più bravo dei campioni era stato, invece, Daniel Munoz, in fuga e decimo al traguardo. E a proposito di fuga bisogna segnalare la bellissima azione di Fausto Masnada nel giorno di Cormons. Allo scoperto praticamente per tutta la frazione il bergamasco è stato ripreso, quando era da solo al colmando, nel finale dallo scatenato Remco Evenenpol e sullo strappo conclusivo dalle avanguardie del gruppo. La lunga fuga è valsa a Masnada la maglia di corridore più combattivo.

Anche al termine dell’Adriatica Ionica Race l’Androni Giocattoli Sidermec, che ha chiuso terza la classifica a squadre a tempi della corsa, resta in vetta alla Ciclismo Cup. E proprio nell’apertura veneziana i campioni d’Italia sul palco firma della prima tappa avevano indossato la maglia rossa di leader della challenge che ora riprenderà a settembre con la Coppa Agostoni. Nella Ciclismo Cup a guidare la classifica individuale e quella dei giovani, poi, è sempre l’Androni Giocattoli Sidermec con Fausto Masnada.

L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC PRONTA PER L’ADRIATICA IONICA RACE

È pronta l’Androni Giocattoli Sidermec per l’Adriatica Ionica Race, la gara al via mercoledì con un circuito cittadino e giovedì con la prima tappa per la sua seconda edizione, dopo l’esordio dell’anno scorso con un successo proprio di uno dei corridori dei campioni d’Italia.

La corsa a tappe, che si aprirà dopodomani a Mestre con l’anteprima in circuito e si chiuderà domenica a Trieste, rappresenta anche uno snodo fondamentale per la Ciclismo Cup, il campionato italiano a squadre dove l’Androni Giocattoli Sidermec difende il titolo e attualmente guida la classifica con buon margine.

Sei dei sette corridori al via della corsa, che schiererà anche diverse squadre World Tour, quest’oggi hanno provato il tratto di sterrato della tappa di giovedì, dopo aver partecipato in mattinata ad un incontro organizzato da Bottecchia. Domani a Manuel Belletti, Matteo Busato, Mattia Cattaneo, Miguel Florez, Daniel Munoz e Kevin Rivera si aggregherà anche Fausto Masnada, di rientro dal Giappone. Il bergamasco, infatti, ieri con la maglia della nazionale ha partecipato al Test Event preolimpico di Tokyo: per lui nella gara vinta da Ulissi davanti a Formolo è arrivato un bell’ottavo posto. I corridori dell’Androni Giocattoli Sidermec domani mattina prima dell’uscita d’allenamento saranno ospiti da Miche, il partner tecnico delle ruote dei campioni d’Italia. Tornando all’Adriatica Ionica Race a fare la storia della corsa dovrebbe essere l’impegnativo arrivo di venerdì al lago di Misurina. L’Androni Giocattoli Sidermec per l’occasione sarà guidata dal team manager Gianni Savio e dai direttori sportivi Giovanni Ellena e Leonardo Canciani.

 

“STAND OUT”: PRESENTATA LA NUOVA COLLEZIONE BOTTECCHIA 2020

E’ stata presentata ufficialmente oggi lunedì 22 Luglio a Monselice (PD) la nuova collezione Bottecchia “STAND OUT 2020“.  Grande partecipazione dei rivenditori Bottecchia che hanno preso parte all’evento per scoprire in anteprima le novità della prossima stagione.

Ospiti d’onore gli atleti del team Campione d’Italia Androni Giocattoli Sidermec, accompagnati dal team manager Gianni Savio e dal DS Giovanni Ellena. Grandi emozioni al fianco dei nostri atleti che questa stagione ci hanno regalato tantissime soddisfazioni in sella ad EMME 4 Squadra.

Con noi oggi anche il nostro Bottecchia Factory Team, rappresentato dagli atleti Stefano Dal Grande, Emanuele Tonoli e Efrem Bonelli sempre sotto la guida del team manager Alessio Finetto.

“STAND OUT” è la collezione dedicata a chi vuole distinguersi in modo unico, e ricerca un prodotto di carattere e forte personalità. Forme, design e colori all’avanguardia contraddistinguono questi prodotti dall’inconfondibile stile Bottecchia. Esperienza e tradizione si fondono all’innovazione tecnologica  e di design per creare una collezione assolutamente unica.

Tante novità nelle linee Reparto Corse e Be Green. Qualche anticipazione su EMME 4 Superlight con le nuove colorazioni Prisma e Camaleonte, la rivoluzionaria Aerospace, la nuova aerobike da strada ultra veloce con freni a disco Flat Mount e tecnologia Internal Routing Cables con cavi totalmente integrati nel telaio. Una nuova gamma di prodotti dedicata mondo Gravel, una nuova veste Red Lab per la top Aquila Rossa e nuovi allestimenti in tutta la gamma mountain per soddisfare i bikers più esigenti.

Le novità non mancano anche nel mondo e-bike, dove nasce BE85 Merak, la nuova e-gravel ETR 3 da 90 Nm e batteria a lunga durata da 500 Wh. Novità anche per BE90/BE95 Pulsar, la e-road super leggera, ora disponibile in due versioni, con gruppo Shimano Ultegra Disk 11v e Sram Force Etap Axs Disk 12v. Novità anche nelle e-full BE35 e BE36 nella versione evo con nuovo telaio e batteria da 630 Wh. Anche il segmento trekking si arricchisce di nuovi modelli BE23 e BE24 Shimano Steps E5000 con batteria semi integrata.

Prossimamente tutti i dettagli della nuova collezione saranno disponibili sul nostro sito www.bottecchia.com. Continua a seguirci per scoprire le novità della collezione STAND OUT 2020!

VITTORIA DI STEFANO DAL GRANDE ALLA MONTEROSA PRESTIGE

A Brusson, in Valle D’Aosta, vittoria per Dal Grande e 3° posto per Tonoli

Domenica 21 Luglio, Stefano Dal Grande ed Emanuele Tonoli erano presenti per la seconda edizione della bellissima MONTEROSA PRESTIGE sul percorso Classic da 52km.

In una cornice veramente spettacolare alle 7.30 sono partiti oltre 500 atleti divisi tra il percorso marathon da 92 km e il percorso Classic da 52km.

I primi 45 km il percorso era uguale dunque le prime battute erano divise tra vari atleti di gran livello.

I nostri sono transitati nei tre punti stabiliti per l’assistenza nei tempi previsti, anzi possiamo dire che arrivando da un periodo di riposo Stefano ed Emanuele avevano una gamba che dava segni di ottima forma. Ed il risultato lo abbiamo visto al traguardo. Tutto andato per il meglio, anche se durante i 52 km non potevano certo abbassare la guardia. Stefano Dal Grande sale sul primo gradino del podio, mentre Emanuele Tonoli chiude benissimo la gara in terza posizione.

Al termine della gara il commento sul percorso è stato positivo. Veramente un gran percorso di vera mtb. Il tutto ai piedi del ghiacciaio del Monterosa.

Anche in questa situazione la Nostra Aquila Rossa ha dimostrato di essere una bike veramente performante, che si può guidare bene in tutte le situazioni.

Da segnalare il rientro in pista anche per Marco D’Agostino, che ha partecipato alla Kronplatz King in Alto Adige.

L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC IN NAZIONALE CON MASNADA

C’è anche Fausto Masnada nella nazionale italiana che domani gareggerà nel “test event” preolimpico a Tokyo in Giappone.

Per il corridore bergamasco dell’Androni Giocattoli Sidermec la maglia azzurra è il bel proseguo di una grande stagione culminata con la vittoria di tappa al Giro d’Italia. Nella nazionale di Davide Cassani, dove Masnada è il più giovane, ci saranno anche Dario Cataldo (Astana), il campione d’Italia Davide Formolo (Bora Hansgrohe) e Diego Ulissi (Uae).

Il percorso della gara giapponese, sul tracciato delle Olimpiadi dell’anno prossimo ma più breve rispetto a quello che tra dodici mesi assegnerà le medaglie, misura 179 chilometri. Al via ci saranno 24 formazioni per 120 corridori.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec quest’anno non è la prima volta di un corridore in azzurro: a giugno era toccato all’altro bergamasco Mattia Cattaneo vestire la maglia della nazionale negli European Games di Minsk, vinti da Davide Ballerini.

KEVIN RIVERA VINCE IL SIBIU TOUR, RECORD ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

Missione compiuta. Kevin Rivera vince il Sibiu Cycling Tour portando la 21ª vittoria in stagione all’Androni Giocattoli Sidermec. Il 21enne corridore del Costa Rica ha conservato la maglia gialla di leader della corsa romena di prima categoria (2.1 Uci Europe Tour) al termine della quarta e ultima tappa. Rivera, sempre ben protetto dai compagni di squadra,  aveva vinto la tappa regina della corsa a Balea Lac davanti all’altro Androni Giocattoli Sidermec Daniel Muñoz. E proprio Muñoz ha chiuso secondo in classifica generale.

Rivera si è imposto anche nella classifica dei giovani, mentre in quella dei gran premi della montagna il successo è andato al compagno Muñoz.

Per l’Androni Giocattoli Sidermec, che ha fatto sua la classifica a squadre, è l’ennesimo successo nella corsa romena, come ricorda il team manager Gianni Savio: «Siamo orgogliosi di aver vinto per il terzo anno consecutivo questa corsa di prima categoria del calendario internazionale Uci. Egan Bernal nel 2017, Ivan Sosa nel 2018 e ora Kevin Rivera sono l’espressione del nostro progetto giovani. Bernal e Sosa sono già passati al World Tour, mentre Rivera e Daniel Muñoz rimarranno con noi e saranno affiancati dai giovani Simone Ravanelli, Nicola Venchiarutti, Kevin Colleoni, Filippo Conca e da altri talenti che stiamo monitorando in Europa e Sudamerica. Il nostro progetto giovani continua».

A SIBIU PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC ARRIVA IL TERZO POSTO DI PELUCCHI NEL PROLOGO

Arriva subito un terzo posto al Sibiu Cycling Tour in Romania per l’Androni Giocattoli Sidermec. A coglierlo poco fa nel prologo d’apertura della corsa romena di prima categoria (2.1) del calendario internazionale è stato Matteo Pelucchi. Il velocista lombardo ha chiuso i 2,5 chilometri del percorso contro il tempo in 3’29” a 3” dall’olandese Ivar Slik, vincitore della prova, e a pari tempo con Riccardo Stacchiotti (Giotti Victoria Palomar), secondo davanti a Pelucchi per una questione di centesimi. Il 30enne Pelucchi ha preceduto gli svizzeri Aebi, Suter e Selenati.

 

ANDRONI AL QUINTO POSTO AI CAMPIONATI ITALIANI E VITTORIA DEL TITOLO NAZIONALE IN CROAZIA

Androni Giocattoli Sidermec protagonista di un bel campionato italiano. È la formazione campione d’Italia che si è vista in Emilia nel parmense a Compiano per la prova tricolore dei professionisti, chiusa con il successo di Davide Formolo della Bora Hansgrohe e con il bel quinto posto di Andrea Vendrame.

L’Androni Giocattoli Sidermec si è resa protagonista in tutta la prima fase di corsa con Matteo Busato, bravo ad entrare nella fuga a cinque di giornata. Ai meno ottanta chilometri dall’arrivo, poi nel gruppetto che ha ricucito sulla prima azione si è infilato Mattia Cattaneo. Molto attivi in quei frangenti anche Francesco Gavazzi e Fausto Masnada. Ai meno 35 chilometri dalla linea (con tre giri restanti del circuito finale), con l’annullamento da parte del gruppo anche della seconda azione, l’attacco di Davide Formolo che ha retto nel finale all’inseguimento del gruppetto dei migliori che si è formato alle sue spalle e nel quale si è inserito un brillante Andrea Vendrame, che ha confermato la buona condizione con cui era annunciato al via. Il veneto dei campioni d’Italia ha poi disputato la volata del gruppetto (cronometrato a 27” dal vincitore) per il secondo posto vinta da Colbrelli su Bettiol e Ulissi che ha anticipato di un nulla proprio Vendrame. Il 24enne corridore dei campioni d’Italia dal canto suo ha preceduto Visconti, Sbaragli, Fabbro, Brambilla e Tizza al termine dei 227 chilometri di una corsa segnata dal gran caldo su un percorso certo non facile.

È doppietta invece in Croazia. Josip Rumac, infatti, dopo il titolo nazionale della cronometro, ha conquistato anche quello su strada nella prova disputata ieri a Skradin in una giornata segnata dal gran caldo con il termometro a 39 gradi. Percorso difficile quello della prova croata che prevedeva un circuito con due salite, la prima di 4 chilometri con pendenze del 7% e la seconda più breve ma con punte al 14%. Rumac, che era già stato campione nazionale della strada nel suo paese nel 2017, ha preceduto  Radoslav Rogina (Adria Mobil) e Viktor Potočki (Gusto Ljubljana).

Per il 24enne Rumac, che sfoggerà la nuova maglia di campione nazionale già da mercoledì a Sibiu in Romania, si tratta della seconda vittoria stagionale in due giorni dopo il titolo contro il tempo di sabato. L’Androni Giocattoli Sidermec, invece, raggiunge quota 19 successi.

 

L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC PER I CAMPIONATI ITALIANI

Saranno dieci i corridori dell’Androni Giocattoli Sidermec che domenica parteciperanno alla prova su strada dei campionati italiani professionisti. A Compiano in Alta Val di Taro nel parmense è attesa un’Androni Giocattoli Sidermec battagliera e competitiva. Esigente il tracciato della gara che partirà da Borgo Val di Taro, con l’arrivo a Compiano dopo 227 chilometri. I metri di dislivello saranno circa 4000 che, uniti all’atteso clima torrido, faranno molta selezione. Due mini circuiti in programma, anticipati da una decina di chilometri in linea: due giri da 47,3 chilometri, prima del circuito conclusivo che, invece, sarà da percorrere dieci volte: 12,4 chilometri a tornata con l’ascesa di Strela (5,1 km al 3,4%).

Al via per i campioni d’Italia, reduci dalle buone prove al Giro di Slovenia, ci saranno Manuel Belletti, Alessandro Bisolti, Matteo Busato, Mattia Cattaneo, Mattia Frapporti, Francesco Gavazzi, Fausto Masnada, Matteo Montaguti, Matteo Spreafico e Andrea Vendrame. A seguire i corridori nella prova tricolore, oltre al team manager Gianni Savio, saranno i direttori sportivi Giovanni Ellena e Alessandro Spezialetti.

Oggi a Bedonia, sempre nel parmense, si inizia il week end tricolore con la cronometro su un percorso di 34,4 chilometri. Per i campioni d’Italia saranno tre i corridori impegnati: Marco Frapporti, Matteo Spreafico e Mattia Cattaneo, che alle 16,12 sarà il terzultimo corridore a prendere il via prima di De Marchi e Moscon.

Sempre sul fronte campionati nazionali per l’Androni Giocattoli Sidermec nel fine settimana impegni anche in Croazia con Josip Rumac in gara nelle prove del suo paese.

ANCORA UN PODIO PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC: IN SLOVENIA BRAVO VENDRAME

Vanno avanti i buoni risultati per l’Androni Giocattoli Sidermec, in bella evidenza anche al Giro di Slovenia, che ha preso il via mercoledì e si chiuderà domenica.

Ieri nella seconda tappa della corsa 2.HC da Maribor a Celje di 146 chilometri è arrivato il bel terzo posto di Andrea Vendrame. Il corridore veneto ha mostrato una volta di più nella frazione vinta dallo sloveno Mezgec sul connazionale Bole di avere un’ottima gamba, come si dice in gergo. Vendrame nello sprint della ventina di migliori (con anche Masnada e Busato per l’Androni Giocattoli Sidermec) ha preceduto Visconti, Ulissi e Vlasov.

Vendrame, già nella prima frazione, vinta dal tedesco Ackermann, aveva ottenuto un bel quinto posto in volata.

Oggi il Giro di Slovenia proporrà la terza tappa da Žalec a Idrija.

BUONE PERFORMANCE DALLA SELLARONDA HERO

Quattro gli atleti sul campo di gara: Stefano Dal Grande e Marcello Pavarin erano impegnati sul percorso lungo di 86 km con 4500 mt di dislivello mentre i due giovani del team Marco D’Agostino e Emanuele Tonoli, essendo anche alla prima esperienza, hanno partecipato al percorso corto di 60 km per 3500 mt dislivello.
Il clima era perfetto sotto tutti i punti di vista, sia meteo che organizzativo.
Il livello degli atleti presenti era veramente alto. Si può dire quasi un mondiale!

Per Stefano e Marcello la partenza era fissata alle 7.20, mentre Marco ed Emanuele agganciavano i pedali alle 8.
Passaggio regolare per i due grandi del team alle varie assistenze, dove Stefano ha dimostrato di gestire molto bene le sue energie. Alla prima infatti passava intorno venticinquesima posizione per poi man mano risalire la classifica fino alla 17°.
Anche Pavarin con una regolare andatura ha tenuto molto bene arrivando trentunesimo, in buona condizione .Visto il lungo elenco degli atleti elite partecipanti i nostri Reds hanno avuto il loro bel lavoro da compiere. Il ritmo già dai primi kilometri richiedeva una buona concentrazione e gas nelle gambe. Importante anche il fatto che all’arrivo erano stanchi ma non erano sfiniti, segno dunque di una buona preparazione atletica.

Per quanto riguarda i due giovani al punto assistenza di Corvara , spunta in testa alla corsa Marco D’Agostino sorridente e grintoso. Guidava un gruppo di forti inseguitori, dunque poco tempo da poter perdere al rifornimento, giusto la borraccia e via a spingere. Subito dietro anche Emanuele in splendida forma.
Marco purtroppo dopo poco per una distrazione si è fatto passare dai tre forti inseguitori e cosi il gruppetto ha mantenuto l’ordine fino all’arrivo. Marco chiude 4° assoluto sul percorso corto e 1° nella categoria U23.
Emanuele purtroppo è vittima di un guasto meccanico al trentesimo km: caduta della catena che si incastra nel pacco pignoni, che gli ha fatto perdere tempo e posizioni preziose portandolo poi ritiro, in quanto il punto di assistenza era troppo lontano.
Comunque per tutto il team è stata una ottima esperienza in vista del campionato Italiano e possiamo dirci soddisfatti del gruppo che sta lavorando molto bene.