Tutti gli articoli di gusella

GIRO DELL’EMILIA E GP BRUNO BEGHELLI

Due gare per chiudere bene la stagione 2015.
Ancona (AN), 08 ottobre 2015 – Area Zero-D’amico-Bottecchia si appresta a vivere l’ultimo week-end di gare della stagione. L’appuntamento è con il Giro dell’Emilia, in programma sabato 10 ottobre, e con il GP Bruno Beghelli, di domenica 11 ottobre.

Sono due belle prove del calendario italiano con le quali concluderemo il programma agonistico 2015” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “Chiaramente anche per queste due gare i punti di riferimento della squadra saranno Antonio Parrinello e Paolo Ciavatta. Parrinello sta bene e anche Ciavatta già alla Tre Valli mi è parso in ripresa dopo la caduta patita alla Agostoni. Al resto della squadra spetterà il compito di supportarli. Qualche elemento, soprattutto i più giovani che sono al primo anno tra i prof, in questo finale di stgione sentono un po’ la stanchezza. Comunque voglio vedere il massimo impegno da parte di tutti fino alla fine. Tra le due gare l’Emilia chiaramente è la corsa più dura. Per noi sarà importante non attendere il finale ma essere attenti e magari cogliere la fuga giusta già nella prima parte di corsa. Il Beghelli invece propone un percorso più abbordabile. Una variabile importante per l’adamento di entrambe le corse potrà essere il meteo, per il week-end infatti le previsioni non sono delle migliori”.

Giro dell’Emilia (ITA), UCI 1.HC
Corridori: Francesco Baldi, Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Thomas Capocchi, Paolo Ciavatta, Silvio Giorni, Antonio Parrinello.
D.s.: Massimo Codol.

GP Beghelli (ITA), UCI 1.1
Corridori: Francesco Baldi, Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Thomas Capocchi, Paolo Ciavatta, Silvio Giorni, Antonio Parrinello.
D.s.: Massimo Codol.

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA: OBIETTIVO TRE VALLI VARESINE

Ancona (AN), 28 settembre 2015 – Il finale di stagione propone ancora appuntamenti importanti per i ragazzi di Area Zero-D’Amico-Bottecchia. La formazione continental italiana del team manager Ivan De Paolis, mercoledì 30 settembre sarà schierata al via della Tre Valli Varesine corsa che, dopo la Coppa Agostoni e la Coppa Bernocchi, rappresenta l’ultimo atto del Trittico Lombardo 2015. 198 i chilometri di gara con partenza da Busto Arsizio, alle ore 12.00, e arrivo a Varese, previsto per le 17.00 circa, per questa classica del calendario italiano che ha ormai raggiunto la sua 95esima edizione. La prima parte del tracciato è stato disegnato in linea. Poi inizierà il circuito finale, da ripetere per nove volte, con le ascese del Montello e dello strappo che da Schiranna porta a Varese attraverso Bobbiate.

La stagione di Area Zero-D’Amico-Bottecchia si chiuderà poi sabato 10 e domenica 11 ottobre con il Giro dell’Emilia e il GP Beghelli.

Per questo finale di stagione chiaramente puntiamo molto su Parrinello che ha già dimostrato in diverse occasoni di poter vincere. La sua condizione è buona e quidi sono sicuro che possa disputare delle buone prove. Al resto della squadra spetterà soprattutto il compito di supportarlo. Poi ovviamente servirà anche un pizzico di fortuna che spesso quest’anno ci ha voltato le spalle purtroppo. Certo il livello in gruppo sarà molto elevato, dovremo confrontarci con corridori usciti dalla Vuelta Espana e magari reduci dal mondiale. Comunque noi dobbiamo pensare a correre con determinazione e per questo mi aspetto da tutta la squadra il massimo impegno fino all’ultima gara della stagione” dice il direttore sportivo Massimo Codol.

30/09 Tre Valli Varesine (Ita) UCI 1.HC
Corridori: Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Thomas Capocchi, Paolo Ciavatta, Silvio Giorni, Davide Leone, Iltjan Nika, Antonino Parrinello.
D.s: Massimo Codol.

AREA ZERO – D’AMICO – BOTTECCHIA: PRONTI PER UN GRANDE FINALE DI STAGIONE

In programma 4 corse importanti per mettersi in luce sulle strade italiane. Il team in visita al CosmoBike Show di Verona.
Ancona (AN), 14 settembre 2015 – Area Zero – D’Amico – Bottecchia è pronta ad affrontare nel miglore dei modi il finale di stagione. Per la giovane formazione continental diretta dal Team Manager Ivan De Paolis, questa settimana ci sono in programma 4 corse tutte italiane. Si comincia dalle strade della Lombardia, con le prime due prove del trittico, la Coppa Agostoni e la Coppa Bernocchi di mercoledì 16 e giovedì 17 settembre. Si prosegue poi nel week-end con il Memorial Pantani a Cesenatico sabato 19 e con il Gp di Prato domenica 20 settembre in Toscana.

“Dai test fatti recentemete in allenameto direi che possiamo contre su un buon gruppo, con alcuni elementi che stanno molto bene. Ci teniamo molto a ben figurare in tutte queste prove del calendario italiano che per la nostra squadra rappresentano una vetrina importante. Sono quattro belle corse che offrono il terreno adatto per cercare di fare qualcosa di buono. Direi che sono gare aperte a tutte le soluzioni: fughe da lontano, attacchi nel finale, volate di gruppo ristretto.  Guardando alle prime due l’Agostoni è certamente la più dura. Ci saranno al via squadre e corridori molto forti e agguerriti. La cosa fondamentale per i nostri ragazzi sarà correre in modo attento per cogliere l’attimo giusto e non restare fuori dai giochi” spiega il direttore sportivo Massimo Codol.

In allegato alcune foto dei corridori di Area Zero – D’Amico – Bottecchia scattate durante la visita al CosmoBike Show di Verona presso gli sponsor della squadra.

16/09 Coppa Agostoni
Corridori: Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Gabriele Campello, Paolo Ciavatta, Silvio Giorni, Davide Leone, Iltjan Nika, Antonio Parrinello.
D.s: Massimo Codol.

17/09 Coppa Berocchi
Corridori: Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Gabriele Campello, Paolo Ciavatta, Silvio Giorni, Davide Leone, Iltjan Nika, Antonio Parrinello.
D.s: Massimo Codol.

19/09 Memorial Pantani
Corridori: Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Thomas Capocchi, Paolo Ciavatta, Silvio Giorni, Davide Leone, Iltjan Nika, Antonio Parrinello.
D.s: Massimo Codol.

20/09 Gp di Prato
Corridori: Francesco Baldi, Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Thomas Capocchi, Paolo Ciavatta, Silvio Giorni, Iltjan Nika, Antonio Parrinello.
D.s: Massimo Codol.

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA A COSMOBIKE SHOW

Ancona (AN), 09 settembre 2015 – Abbiamo il piacere di comunicarvi che nella giornata di domenica 13 settembre una rappresentativa della squadra Area Zero-D’Amico-Bottecchia, accompagnata dal team manager Ivan De Paolis e dal direttore sportivo Massimo Codol, sarà presente al Cosmo Bike Show di Verona.
Per la squadra sarà l’occasione ideale per fare un visita e portare un saluto agli sponsor e ai partner tecnici presenti in qualità di espositori a questa prima edizione della fiera internazionale della bicicletta, ospitata da Veronafiere dall’11 al 14 settembre.

Demo Day CosmoBike

Venerdì 11 Settembre 2015, sulle colline di Torricelle a Verona ci sarà il Demo Day, dove tutti gli appassionati e i ciclisti avranno l’opportunità unica di provare le nuove biciclette Bottecchia Collezione 2016.

Per poter partecipare basterà iscriversi nel sito di CosmoBike Show nella sezione dedicata per aver l’occasione di testare tutte le bici Bottecchia!

Eurobike – 2016

Tante novità e un numero altissimo di visitatori, quest’anno Eurobike supera i record. Moltissimi gli operatori del settore e assalto di pubblico l’ultimo giorno di apertura . Anche in questa edizione grandi soddisfazioni all’anteprima  mondiale della nuova collezione Reparto Corse 2016 “Over the limits”.

Prossimo appuntamento Verona – Cosmobike dall’11 al 14 settembre!

 

TERMINATA L’ESPERIENZA ALLA VUELTA A COLOMBIA

Ancona (AN), 18 agosto 2015 – Per i ragazzi di Area Zero-D’Amico-Bottecchia si è conclusa l’esperienza alla Vuelta a Colombia, che si è svolta dal 2 al 15 agosto. Per la cronaca il padrone della corsa è stato lo spagnolo Oscar Sevilla (Epm-Une-Area Metropolitana) che ha fatto sua la Vuelta per la terza volta precedendo nella classifica finale i colombiani Mauricio Ortega e Luis Felipe Laverde. Rientrati in Italia per Area Zero-D’Amico-Bottecchia, unica rappresentante del ciclismo europeo in Colombia, è tempo di bilanci.

“Anche se è mancato il grande risultato siamo comunque soddisfatti del lavoro fatto dalla squadra in Colombiadice il direttore sportivo Massimo Codol. “La classifica purtroppo non rende onore all’impegno che i ragazzi ci hanno messo. A detta dei colombiani questa è stata una delle edizioni più dure di sempre. Nella seconda parte avremmo voluto fare di più, ma la seconda settimana di gara è stata molto selettiva, con tappe lunghe e tanti arrivi in salita, su salite molto lunghe. Inoltre da metà gara in poi i ragazzi hanno dovuto combattere anche contro un virus intestinale che ha colpito praticamente tutta la squadra, me compreso”.

“Comunque per tutta la squadra è stata un’esperienza formativa importante. I più giovani erano al debutto in una corsa a tappe di alto livello, che può essere paragonata a un grande giro. Siamo partiti con 8 corridori e terminato la gara in 6. Solamente Davide Leone e Thomas Capocchi, che non dimentichiamo sono ragazzi di vent’anni al debutto tra i prof, si sono dovuti fermare alla 10a tappa” continua a spiegare il DS Codol.

“Penso che elementi come Antonino Parrinello e Paolo Ciavatta che comunque sono usciti con una buona gamba da questa Vuelta potranno disputare un bel finale di stagione. Parrinello in più di un’occasione è rimasto con i migliori centrando due piazzamenti nella Top10, la prima settimana. Ciavatta, che per un giorno ha indossato anche la maglia rosa del più combattivo, ha tentato più volte di entrare nella fuga giusta e in una tappa è stato ripreso, con gli altri fuggitivi, a poco più di un chilometro dal traguardo. Soprattutto loro penso che possano fare bene già a partire dai prossimi impegni di metà settembre, che sono la Coppa Agostoni e la Coppa Bernocchi, e poi a seguire in tutti gli altri appuntamenti del calendario italiano che ci attendono da qui alla fine” conclude il DS Codol.

CONTINUA LA VUELTA A COLOMBIA PER AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA

Ancona (AN), 10 agosto 2015 – Prosegue il cammino di Area Zero-D’Amico-Bottecchia in Colombia. Lunedì 10 agosto la Vuelta a Colombia, in programma dal 2 al 15 agosto, ha osservato il giorno di riposo che rappresenta il giro di boa prima di ripartire con le tappe decisive.

“Le prime otto tappe sono state molto impegnative. Del resto sapevamo bene che sarebbe stata gara dura già da subito come sempre qui in Colombia. Per i nostri ragazzi, soprattutto per i giovani che sono al primo anno tra i prof, si sta rivelando un’esperienza formativa molto importante. Fare una corsa di 2 settimane con prove a cronometro, tappe lunghe e tappe con grandi salite è uno sforzo simile a quello che si può fare in un grande giro di tre settimane. Per il momento tutti gli 8 componenti della squadra sono ancora in gara, anche questo è un dato importante, soprattutto per i più giovani qui non è facile” spiega il direttore sportivo Massimo Codol.

“Dal punto di vista dei risultati il nostro Antonio Parrinello nella prima settimana, quando ha potuto sfruttare il suo spunto veloce, si è piazzato due volte nella Top10 con un buon quarto e un ottavo posto. Ora che la classifica si sta delineando nella seconda parte di gara l’obiettivo sarà quello di provare a vincere una tappa magari entrando in una fuga giusta, con Ciavatta, Estrada o chi avrà ancora energia, o magari anche in un arrivo del gruppo in volata con Parrinello dice il Ds Codol.

Area Zero-D’Amico-Bottecchia, che è l’unica rappresentante del ciclismo europeo tra le squadre al via della Vuelta a Colombia, tra le sue fila schiera anche un giovane talento colombiano, Eduardo Estrada, classe 1995.
“Per me questa è una corsa fantastica, correre qui in Colombia e sentire il calore e il tifo del pubblico di casa è emozionante. Questa prima settimana è stata molto dura, il livello in corsa è molto alto ma io e i miei compagni di squadra stiamo dando il massimo. Spero che da qui alla fine avremo l’occasione per metterci in luce. Comunque al di la del risultato questa Vuelta per me, ma credo per tutti noi, si sta rivelando un’esperienza importante” spiega il corridore Eduardo Estrada.

 

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA: OBIETTIVO COLOMBIA

Ancona (AN), 29 luglio 2015 – Area Zero-D’Amico-Bottecchia è pronta ad affrontare la trasferta più lunga della stagione. Si vola in Sudamerica dove la formazione continental italiana del team manager Ivan De Paolis prenderà parte alla Vuelta a Colombia che scatta domenica 2 agosto dalla capitale Bogotà con una cronosquadre di 24 km.

“La Vuelta a Colombia rappresenta un appuntamento importante della nostra stagione. Per la squadra e i nostri sponsor è una vetrina internazionale molto interessante. Siamo contenti di ritornare a questa corsa dopo la brillante esperienza dello scorso anno dove riuscimmo ad ottenere una bella vittoria di tappa e numerosi piazzamenti” dice il team manager Ivan De Paolis.

La Vuelta a Colombia è una corsa molto dura. Credo che per i nostri corridori sarà un’occasione importate per fare esperienza, paragonabile a quella che si può fare ad una grande corsa a tappe. Si corre per 15 giorni, il livello dei corridori e delle squadre in gruppo è molto alto, ci sono tappe di alta montagna con salite lunghe, tappe di pianura e prove a cronometro. Si corre spesso a quote elevate, per noi europei nei primi giorni sarà importante ambientarsi bene. Soprattutto per i più giovani sarà un’occasione per maturare e crescere, mentre dai più esperti come Paolo Ciavatta e Antonio Parrinello mi aspetto delle buone prove, così come dal nostro colombiano Eduardo Estrada, che è già lì da due settimane ad allenarsi. Lo scorso anno abbiamo fatto un’ottima impressione agli organizzatori, ai media e al pubblico colombiano e quest’anno l’obiettivo è quello di riconfermarci ad alti livelli cercando di essere anche protagonisti” spiega il direttore sportivo Massimo Codol.

Area Zero-D’Amico-Bottecchia tra le sue fila schiera anche un giovane talento colombiano, Eduardo Estrada, classe 1995.
Sono felice di poter correre la Vuelta a Colombia, correre nella propria nazione, sulle strade di casa davanti al proprio pubblico sarà emozionante. Sarà un ulteriore stimolo per dare il massimo e ben figurare” dice Eduardo Estrada. “Con Area Zero-D’Amico-Bottecchia sto facendo una bellissima esperienza che mi sta facendo conoscere il ciclismo italiano ed europeo. In squadra c’è una bellissima atmosfera, si è creato un bel gruppo e sono sicuro che la Vuelta a Colombia ci regalerà grandi soddisfazioni”.

2-15/08 Vuelta a Colombia (Col) UCI 2.2
Corridori: Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Thomas Capocchi, Paolo Ciavatta, Eduardo Estrada, Davide Leone, Iltjan Nika, Antonio Parrinello.
D.s.: Massimo Codol.

BUONA LA PROVA AL SIBIU CYCLING TOUR

Ancona (AN), 07 luglio 2015 – Area Zero D’Amico-Bottecchia ha fornito una buona prestazione al Sibiu Cycling Tour, la corsa a tappe rumena che si è svolta dall’1 al 5 luglio. In più di un’occasione Antonio Parrinello è andato vicino a regalare la vittoria, che sarebbe stata meritata, alla formazione continental italiana diretta dal team manager Ivan de Paolis.
Siamo soddisfatti per come i nostri corridori hanno interpretato la corsa. In tutte le tappe abbiamo corso da protagonisti, senza paura, inseguendo quella vittoria che purtroppo non vuole arrivare. Siamo andati di nuovo vicinissimi al successo come già spesso accaduto nelle ultime settimane. La corsa si è rivelata bella e molto impegnativa. Abbiamo dimostrato di essere competitivi confrontandoci con squadre della categoria Professional di alto livello come Androni, Southeast, Nippo-Fantini, e CCC Polsat che sono squadre molto forti che hanno partecipato anche al Giro d’Italia. Questa per noi è sicuramente una bella soddisfazione che ci da morale e motivazioni per crescere ancora” spiega il Direttore Sportivo Massimo Codol.

Parrinello si è piazzato tre volte nella top 10 con un podio, nell’impegnativo arrivo in salita di Balea Lac nella terza tappa, e il 4° posto sull’arrivo in salita di Paltinis nella seconda tappa, dopo avere lottato testa a testa con i migliori del gruppo. Peccato per il 4° posto finale nella classifica generale vinta da Mauro Finetto (Southeast) su Davide Rebellin (CCC Polsat), Parrinello avrebbe meritato il podio per la caparbietà e la grinta dimostrata” continua il Ds Codol. “Molto buona anche la prova di Paolo Ciavatta (6° della classifica generale), sempre davanti e in appoggio a Parrinello in tutte le tappe. In Romania segnali confortanti sono arrivati anche da Giorgio Bocchiola e dai nostri giovani il cui principale obbiettivo in questa prima stagione da prof è quello di crescere e fare esperienza. Direi che ci sono tutte le prerogative per guardare con fiducia ai prossimi impegni dell’estate”.

Prossimi impegni cha Area Zero D’Amico-Bottecchia preparerà con il training camp in programma dal 12 al 18 luglio, in Abruzzo, sugli Appennini, a Rocca di Cambio (L’Aquila).

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA VOLA NEL PAESE DELLE AQUILE

Ancona (AN), 30 giugno 2015 – Dall’Albania arriva una doppia soddisfazione per Area Zero-D’Amico-Bottecchia. Nel week-end dei campionati nazionali il corridore Iltjan Nika, nato a Puke nel 1995, ha conquistato sia il titolo a cronometro che quello su strada della categoria under 23.

“Nika è un corridore giovane e molto interessante. E’ al suo primo anno tra i professionisti e con la nostra squadra ha la possibilità di fare esperienza e crescere” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “Nelle categorie minori ha già fatto vedere belle cose e tra i suoi risultati spicca la medaglia di bronzo conquistata tra gli juniores ai campionati del mondo di Firenze 2013. Per quanto riguarda le sue caratteristiche posso dire che è un buon passista dotato però anche di un ottimo spunto veloce, infatti domenica ha vinto la gara su strada battendo in volata i due compagni di fuga”.

La stagione di Area Zero-D’Amico-Bottecchia ora prosegue in Romania con il Sibiu Cycling Tour in programma dall’ 1 al 5 luglio che scatta mercoledì sera con un crono-prologo di 2,3 km.

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA AI CAMPIONATI NAZIONALI

Ancona (AN), 25 giugno 2015 – Sarà Torino a ospitare la corsa dei professionisti che sabato 27 giugno assegnerà il titolo di campione italiano 2015. La corsa partirà alle ore 11.00 da Legnano. Dalla Lombardia al Piemonte per un totale di 219 km. Per chi taglierà per primo la linea del traguardo posta in cima al famoso Colle di Superga, che sovrasta il capoluogo piemontese, ci sarà l’ambita maglia tricolore. Per questa importante occasione in gruppo con l’elite del ciclismo italiano ci saranno anche i corridori di Area Zero-D’Amico-Bottecchia, la giovane formazione continental diretta dal team manager Ivan De Paolis.

Teniamo molto all’appuntamento tricolore. A Torino avremo modo di confrontarci con tutte le altre realtà del ciclismo nazionale, con corridori di alto livello pronti a partire per il Tour de France. Cercheremo di onorare al meglio questo impegno” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “Chiaramente non sarà una gara facile ma sono proprio queste occasioni che permettono ai più giovani di fare esperienza e crescere. Il percorso è duro, soprattutto il finale che in pratica ricalca quello della Milano-Torino. Chi vuole vincere credo che si giocherà la corsa negli ultimi 25 km con il doppio passaggio a Superga. Per la gara tricolore abbiamo deciso di schierare i corridori che in questo momento possono contare su una buona condizione fisica e che hanno le caratteristiche più adatte per questo tipo di percorso. Le nostre punte chiaramente saranno i corridori più esperti, Antonio Parrinello che nelle ultime settimane è andato in più occasioni vicino alla vittoria, e Paolo Ciavatta. Entrambi sono usciti molto bene al Tour de Slovenie dove la nostra squadra complessivamente ha ben figurato.”

Italia ma non solo per Area Zero-D’Amico-Bottecchia. Questo week-end infatti il corridore Iltjan Nika parteciperà alla cronometro e alla prova in linea dei campionati nazionali albanesi.

TOUR DE SLOVENIE: ANTONIO PARRINELLO E’ 2° NELLA SECONDA TAPPA

19 giugno 2015 – Area Zero-D’Amico-Bottecchia subito protagonista sulle strade del Tour de Slovenie.  La 2a tappa da Skofja Loka a Kocevje di 182 km, ha visto un podio tutto italiano con il nostro Antonio Parrinello che ha conquistato un ottimo secondo posto nello sprint vinto da Paolo De Negri (Nippo-Vini Fantini). Terza piazza per Simone Ponzi (SouthEast), quarto Manuele Mori (Lampre-Merida) e quinto Salvatore Puccio (Team Sky). Un risultato brillante in ambito internazionale che testimonia il valore e il potenziale della giovane formazione continental italiana diretta dal team manager Ivan De Paolis.

E’ stata una giornata molto impegnativa. Il percorso si è rivelato più duro del previsto e inoltre le condizioni meteo, con tanta pioggia, hanno reso ancora più difficile la tappa” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “Nonostante tutto però siamo riusciti a fare una bella prestazione. Avevamo programmato di fare la corsa in funzione di Parrinello che la settimana scora in Francia ha dimostrato di essere in ottime condizioni. Peccato perché siamo andati di nuovo vicinissimi al successo. Però è un secondo posto che vale molto per la nostra squadra, considerando anche il livello degli avversari in gara, qui in Slovenia ci sono molte squadre Professional e anche Pro Team. Abbiamo dimostrato di essere all’altezza della situazione e affronteremo anche le prossime tappe a testa alta cercando di fare ancora qualcosa di importante”.

C’erano tre gran premi della montagna, il primo e l’ultimo si sono rivelati molto impegnativi. Proprio l’ultimo ha fatto grande selezione; io e il mio compagno Paolo Ciavatta, che ringrazio per avermi aiutato molto nel finale, siamo rimasti con il gruppo dei migliori di circa 40 unità che si è formato dopo la salita. Nello sprint ho cercato di giocare al meglio le mie carte ma sapevo che c’erano corridori molto veloci. Mi sento molto bene e sono contento per questo piazzamento, però ora voglio anche una vittoria. Lo spero per me ma soprattutto per la nostra squadra. Ce lo meritiamo per l’impegno e il grande lavoro che stiamo facendo tutti dall’inizio dell’anno” dice Antonio Parrinello al suo terzo secondo posto stagionale.

BUONA LA TRASFERTA IN FRANCIA DI AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA

Ancona (AN), 15 giugno 2015 – Area Zero-D’Amico-Bottecchia rientra dalla trasferta francese della Ronde de l’Oise con un bilancio positivo e soprattutto con la convinzione di poter fare bene nei prossimi appuntamenti.

Una vittoria di tappa sarebbe stata meritatissima ma siamo comunque soddisfatti di quello che i nostri ragazzi hanno fatto vedere sulle strade francesi della Ronde de l’Oise” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “Abbiamo corso da protagonisti dalla prima all’ultima tappa, cercando tutti i giorni la fuga e l’azione giusta. Nella terza tappa siamo andati vicinissimi al successo con il secondo posto di Antonio Parrinello al termine di una lunghissima e bella azione che ha visto in evidenza anche Paolo Ciavatta. Inoltre Giorgio Bocchiola ha indossato per due giorni la maglia a pois che contraddistingue il leader della classifica del miglior scalatore, ma purtroppo nell’ultima tappa non c’è stato modo di difendere il primato fino alla fine. Comunque questo è lo spirito giusto con il quale dobbiamo affrontare anche le prossime corse, i risultati arriveranno di conseguenza”.

Il prossimo obiettivo di Area Zero-D’Amico-Bottecchia si chiama Tour de Slovenie.
“I corridori che sono usciti bene dalla Ronde de l’Oise saranno di nuovo in gara questa settimana dal 18 al 21 giugno in Slovenia” continua il Ds Codol. “E’ una corsa bella e impegnativa nella quale ci teniamo a ben figurare. Si comincia con un crono prologo e poi ci sono tre tappe nervose con un arrivo in salita molto impegnativo. C’è il terreno ideale per mettersi in evidenza e provare a dare battaglia”.

18-21/06 Tour de Slovenie (Slo), UCI 2.1
Corridori: Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Gabriele Campello, Paolo Ciavatta, Eduardo Estrada, Silvio Giorni, Antonio Parrinello, Nicola Poletti.
D.s.: Massimo Codol.

RONDE DE L’OISE: ANTONIO PARRINELLO E’ SECONDO NELLA 2a TAPPA

12 giugno 2015 – Secondo posto di Antonio Parrinello nella seconda tappa della Ronde de l’Oise, da Auneuil et Le Plessis-Belleville di 178.9 km. Nello sprint a 4 al termine di un a lunga azione partita da lontano Parrinello si è dovuto arrendere solo al vincitore Steven Tronet (Auber93), che ha indossato anche la maglia di leader. Completano l’ordine d’arrivo Reidar Borgersen (Team Joker), terzo, e Aaron Gate (An-Post), quarto.

E’ mancato solo un soffio a rendere perfetta la giornata di Area Zero-D’Amico-Bottecchia.
Purtroppo le volate si possono vincere o perdere per pochi centimetri, è la dura legge del ciclismo. Però sono contento dell’atteggiamento di tutta la squadra” spiega il Ds Massimo Codol. “Sia ieri che oggi abbiamo corso da veri protagonisti dal primo all’ultimo km, interpretando nel migliore dei modi ogni fase di gara. Oggi Parrinello è salito sul podio, ieri Bocchiola ha indossato la maglia di miglior scalatore e oggi ha provato a difenderla ora è secondo per pochi punti. Questo è lo spirito e il modo giusto con cui affrontare le corse, i risultati arriveranno di conseguenza”.

E’ stata una tappa lunga e nervosa con 6 gran premi della montagna e tanto vento contrario. Quando la corsa è entrata nel vivo si è formato un gruppo di 16 contrattaccanti tra i quali io e il mio compagno di squadra Paolo Ciavatta” spiega Antonio Parrinello, classe 1988 originario di Castelvetrano (Trapani). “Dopo l’ultimo gpm, vinto da Ciavatta, a circa 40 km ci siamo mossi in 4 e l’azione ha preso subito spazio. Abbiamo proseguito di comune accordo, sapevo di potermi giocare le mie carte in volata anche se avevo già speso tanto durante tutta la tappa. Purtroppo è andata male ma ci riproverò, questo è comunque un buon risultato che mi da convinzione e morale”.

Per il corridore siciliano di Area Zero-D’Amico-Bottecchia si tratta del secondo podio stagionale dopo il secondo posto ottenuto un mese fa al Gp di Berna in Svizzera.

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA A CACCIA DI GLORIA IN FRANCIA

Ancona (AN), 09 giugno 2015 – Riparte dalla Francia l’avventura 2015 di Area Zero-D’Amico-Bottecchia. L formazione continental italiana diretta dal team manager Ivan De Paolis dall’11 al 14 giugno sarà impegnata nella Ronde de l’Oise la breve corsa a tappe che si svolge nel distretto dell’Oise, nel nord della Francia.

“Saranno quattro giorni di gara molto intensi. Le tappe presentano i tipici percorsi mossi del nord della Francia, con salite brevi ma intense. Sono tappe adatte alle fughe e hai colpi di mano degli attaccanti ma penso che ci potranno essere anche arrivi in volata, magari di gruppi ristretti di poche unità” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “In Francia schiereremo i corridori che si possono esprimere al meglio su questo tipo di percorsi. Penso che elementi come Parrinello, Giorni, Bocchiola e anche Ciavatta, che è il nostro regista, possano fare molto bene. Inoltre per loro questi quattro giorni di corsa saranno importanti per preparare al meglio l’appuntamento con il Tour de Slovenie che andremo a correre la prossima settimana dal 18 al 21 giugno”.

11-14/06 Ronde de l’Oise (Fra), UCI 2.2
Corridori: Giorgio Bocchiola, Paolo Ciavatta, Eduardo Estrada, Silvio Giorni, Iltjan Nika, Antonio Parrinello.
D.s.: Massimo Codol.

NEL WEEK-END C’E’ LA DUE GIORNI MARCHIGIANA

Ancona (AN), 21 maggio 2015 – Ci sarà anche Area Zero-D’Amico-Bottecchia tra i protagonisti della 34a Due Giorni Marchigiana, una classica del calendario italiano per elite e under23, in programma sabato 23 e domenica 24 maggio a Castelfidardo (Ancona).

A Castelfidardo schiereremo una formazione giovane e votata all’attacco, interamente composta da ragazzi under23” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “Abbiamo deciso di partecipare a questa due giorni di gare proprio per permettere anche ai corridori più giovani, che fino ad ora hanno corso meno, di mettersi in evidenza. Per loro sarà una buona occasione per testarsi anche in gara in vista degli importanti appuntamenti dell’estate tra cui i campionati italiani di fine giugno e le numerose prove anche in ambito internazionale che ci attendono a luglio e agosto. Inoltre la sede della nostra squadra è ad Ancona quindi alla Due Giorni Marchigiana correremo praticamente in casa e questo rappresenta un ulteriore stimolo per cercare di ben figurare e dare il massimo.”

23-24/05 Due Giorni Marchigiana (AN)
Corridori: Francesco Baldi, Gabriele Campello, Eduardo Estrada, Davide Leone, Iltjan Nika, Nicola Poletti.
D.s: Massimo Codol.

ANTONIO PARRINELLO VOLA IN SVIZZERA!

09 maggio 2015 – Dalle strade della Svizzera arrivano buone notizie per Area Zero-D’Amico-Bottecchia. Sul traguardo di Lys al Tour de Berne (UCI 1.2) dopo 169 km Antonio Parrinello ha ottenuto un ottimo secondo posto al termine di una prestazione maiuscola che lo ha visto protagonista di tutta la corsa arrivando anche a giocarsi il successo finale. Parrinello si è arreso solo al vincitore, lo svizzero Tom Bohli del team BMC Development (campione del mondo junior del 2012 nell’inseguimento individuale su pista), che all’ultimo chilometro ha anticipato il resto del gruppo di testa. Parrinello si è imposto con autorevolezza nello sprint per il secondo posto anticipando Andrea Pasqualon (Roth Skoda).

“Sono contento per questo bel risultato, peccato perché oggi siamo andati molto vicini alla vittoria però sono soddisfatto. La prestazione odierna mi da convinzione e morale per il proseguo della stagione” spiega Antonio Parrinello. “L’inizio di stagione è stato difficile ma al Tour of Croatia ho ritrovato una buona condizione e oggi ho avuto le risposte che cercavo. All’inizio davanti eravamo un gruppo di circa 20 corridori, poi siamo rimasti una quindicina. Quando c’è stata selezione e siamo rimasti solo in 6 ho capito che questa azione poteva portarci fino al traguardo. Per un eventuale arrivo in volata temevo soprattutto un uomo veloce come Pasqualon, così nel finale ho cercato di andare via da solo ma gli altri non mi hanno lasciato troppo spazio. Poi all’ultimo chilometro Bohli è scattato e ha anticipato tutti. Ho provato subito a rispondere ma gli altri sono rimasti sulle mie ruote senza collaborare. Così quando ho capito che per la vittoria non c’era più nulla da fare ho cercato di rifiatare un attimo e dare tutto per vincere almeno la volata per il secondo posto che per la nostra squadra è un risultato che vale molto. Ora l’obiettivo è di continuare in questa direzione cercando soddisfazioni sempre maggiori”.

Per Area Zero-D’Amico-Bottecchia, la giovane formazione continental italiana diretta dal team manager Ivan De Paolis, si tratta del secondo podio stagionale dopo il terzo posto ottenuto da Paolo Ciavatta a inizio stagione al Gp Izola in Slovenia.

Ordine d’arrivo – Tour de Berne (Sui) UCI 1.2:
1° Tom Bohli (BMC Development)
2° Antonio Parrinello (Area Zero-D’Amico-Bottecchia) 3″
3° Andrea Pasqualon (Roth Skoda)
4° Fabian Lienhard (BMC Development)
5° Clement Koretzky (Voralberg)

TOUR OF CROATIA AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA PROTAGONISTA NELLA TAPPA REGINA

La tappa regina del Tour of Croatia ha regalato forti emozioni. La 3a tappa, da Plitvice a Ucka (Vojak) di 228 km con arrivo in salita sul Monte Maggiore a una quota di oltre 1300 metri, è stata caratterizzata da una fuga iniziale di 12 km che successivamente si è ridotta a 4 corridori: il polacco Maciej Paterski (CCC Polsat), il croato Radoslav Rogina (Adria Mobil), lo spagnolo Jordi Simon (Team Ecuador) e il portacolori di Area Zero-D’Amico-Bottecchia Antonio Parrinello che ha dimostrato grinta e carattere lanciandosi in questa avventura.

Chilometraggio, salite e condizioni meteo difficili hanno reso la tappa molto impegnativa. Alla fine sul traguardo di Vojak si è imposto il polacco Maciej Paterski che sull’impegnativa ascesa finale di oltre 20 km si è involato da solo verso la vittoria e la maglia di leader resistendo alla rimonta dei migliori del gruppo, tra i quali per Area Zero erano presenti Paolo Ciavatta e il giovane colombiano Eduardo Estrada (che ha preso regolarmente il via nonostante la brutta caduta di ieri). Secondo posto per lo sloveno Primoz Roglic (Adria Mobil) staccato di 18” e terzo l’altro polacco Sylvester Szmyd (CCC Polsat) a 33”.

Antonio Parrinello è stato riassorbito dal gruppo circa a metà della salita finale. “Non avevo mai fatto una fuga così lunga, è stata una tappa durissima sotto tutti i punti di vista” spiega Parrinello che oggi è rimasto allo scoperto per oltre 200 km. “Le prime due tappe mi sono servite per riprendere confidenza con il ritmo di gara e capire se avevo recuperato bene dai postumi della caduta alla Coppi e Bartali. Oggi sono riuscito a entrare nella fuga giusta. Purtroppo dietro il gruppo non ci ha mai lasciato prendere troppo vantaggio. Quando siamo rimasti in quattro ho capito che sarebbe stato difficile arrivare al traguardo. E sulla salita finale si è visto subito che Paterski aveva una marcia in più. Comunque sono soddisfatto l’azione odierna per me è stata un test importante e ho avvertito ottime sensazioni”.

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA UPDATE DAL TOUR OF CROATIA

23 aprile 2015 – “Le prime due tappe sono state molto impegnative. Sia ieri che oggi il gruppo è andato a medie molto elevate senza lasciare spazio alle fughe” spiega il DS Massimo Codol. “La prima tappa a Split, vinta dallo sloveno Grega Bole (CCC Polsat), alla nostra squadra è servita soprattutto per prendere le misure alla corsa e agli avversari. Qui in Croazia il livello in gruppo è molto elevato e ci confrontiamo con tutte le migliori squadre continental del panorama internazionale. Nel finale c’è stata una caduta che ha coinvolto molti corridori, tra cui il nostro Silvio Giorni fortunatamente senza nessuna conseguenza per lui. Oggi invece, nella seconda frazione, abbiamo cercato di correre davanti per provare a fare la volata sempre con Silvio Giorni, che è il nostro uomo veloce, e sul traguardo di Zadar, nello sprint di gruppo vinto dallo sloveno Marko Kump (Adria Mobil), Silvio ha chiuso in sesta posizione centrando un buon piazzamento nella Top10. Purtroppo nel circuito finale anche oggi c’è stata una caduta ed è rimasto coinvolto il nostro Eduardo Estrada che ha riportato diverse escoriazioni, speriamo non sia niente di grave e che Estrada, che ricordiamo fa il suo debutto con Area Zero qui in Croazia, domani possa ripartire regolarmente.

Domani ci sarà la tappa più lunga di quasi 230 km, un bel test per i nostri ragazzi molti dei quali alla prima esperienza in una corsa a tappe” continua il DS Codol. “L’obiettivo da qui alla conclusione di Zagabria è quello di provare a metterci in evidenza, nelle volate cercheremo di dire la nostra e se ci sarà l’occasione nelle prossime tappe proveremo a entrare in una fuga buona. Indipendentemente dal risultato una corsa di elevato spessore tecnico come si sta rivelando questo Tour of Croata servirà sicuramente ai nostri giovani, in particolare ai neoprofessionisti, per crescere e fare esperienza in ambito internazionale.

Silvio Giorni: “Mi sento bene, sono arrivato qui in Croazia con una buona condizione e sia ieri che oggi ho corso per fare la volata. Non è facile, nel finale tutti vogliono stare davanti e spesso le strade sono strette e ci sono curve pericolose. Nella prima tappa purtroppo nell’ultimo km sono caduto, fortunatamente senza gravi conseguenze, oggi invece è andata meglio e sono riuscito a stare davanti e ho potuto disputare lo sprint. Nei prossimi giorni cercherò di migliorare ancora.”

Le prossime tappe
24/04 3a NP Plitvice – Ucka (230 km)
25/04 4a Pula – Umag (155 km)
26/04 5a Sv.Marko – Zagreb (177.5 km)
Info: http://www.tourofcroatia.com/

Segui il Tour of Croatia in TV!

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA: PRONTI PER IL TOUR OF CROATIA

Ancona (AN), 21 aprile 2015 – Dopo l’impegno con la Belgrade-Banjaluka continua la trasferta est europea di Area Zero-D’Amico-Bottecchia. Questa settimana la formazione continental italiana sarà impegnata nel Tour of Croatia. 5 tappe dal 22 al 26 aprile. Mercoledì ci sarà la prima tappa da Makarska a Split di 156 km. Gran finale domenica nella capitale Zagabria.

E’ una corsa nuova tutta da scoprire ma che si annuncia interessante sia dal punto di vista tecnico che mediatico” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “Da una prima analisi dei percorsi, guardando le altimetrie, posso dire che sarà una corsa dura. Ci saranno tappe che superano anche i 200 km, un bel test per i nostri ragazzi. Per alcuni di loro sarà la prima vera corsa a tappe della carriera. Il campo partenti è composto soprattutto da squadre continental, ma si tratta delle migliori della categoria del panorama internazionale, quindi il livello in gara sarà certamente molto elevato.

In Croazia farà il suo debutto in maglia Area Zero il giovane Eduardo Estrada, colombiano classe 1995.“E’ un corridore promettente, per lui questa sarà la prima corsa con noi, sarà importante soprattutto per ambientarsi con il team e con il ritmo di gara” dice il Ds Codol. “Comunque riteniamo che Estrada possa diventare presto un elemento molto prezioso per l’economia globale della squadra. Il ciclismo colombiano negli ultimi anni si sta confermando una bella realtà, in continua crescita, capace di sfornare ottimi talenti.”

Inoltre in Croazia ci sarà il rientro in corsa di Antonio Parrinello in recupero dai postumi della caduta patita in marzo alla Coppi e Bartali. “Nelle ultime settimane Antonio era in crescita ma purtroppo è stato un po’ rallentato da questo incidente” spiega il Ds Codol. “Auspico che qui in Croazia trovi le condizioni ideali per ritornare a buoni livelli ed esprimersi al meglio.”

Segui il Tour of Croatia in TV!
Si ricorda che il Tour of Croatia sarà visibile live su Eurosport 2 dal 22 al 26 aprile, ogni giorno dalle 14.00 con una diretta di circa 2 ore.

Le Tappe
22/04 1a Makarska – Split (155 km)
23/04 2a Šibenik – Zadar (204 km)
24/04 3a NP Plitvice – Ucka (230 km)
25/04 4a Pula – Umag (155 km)
26/04 5a Sv.Marko – Zagreb (177.5 km)
Info: http://www.tourofcroatia.com/

COPPI & BARTALI TANTA FATICA MA TANTA ESPERIENZA

Ancona (AN), 31 marzo 2015 – “La Settimana Internazionale Coppi e Bartali ha rappresentato un test molto importante per la nostra squadra” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “La corsa si è rivelata ancora più dura del previsto. Il meteo ha contribuito a rendere molto selettiva la gara; nella seconda tappa, con arrivo a Sogliano, il gruppo ha affrontato condizioni davvero al limite. Inoltre anche la fortuna non ci ha di certo assistito. Nel finale della prima tappa Antonio Parrinello era in ottima posizione per provare a disputare lo sprint. Penso che avrebbe potuto centrare un buon piazzamento nella top10 ma è stata tagliato fuori da un caduta all’ultima rotonda. Peccato perché poi si è trascinato dietro i postumi di questa caduta nei giorni successivi. Poi c’è Silvio Giorni che il secondo giorno è stato subito messo ko da un virus. Nell’ultima tappa, molto impegnativa, Paolo Ciavatta era nel gruppetto dei migliori ma ha forato in salita, proprio in un momento cruciale”.

Nonostante tutto ci siamo comunque confermati ancora una volta ai vertici della nostra categoria” continua a spiegare Codol, “nella classifica finale a squadre della Coppi & Bartali infatti siamo la miglior formazione continental. Antonio Parrinello, Paolo Ciavatta, Adriano Brogi e Giorgio Bocchiola sono stati molto bravi a portare a termine la corsa nonostante tutte le difficoltà. E’ un piccolo risultato ma per noi è un segnale importante che ci da fiducia e morale per il proseguo della stagione. C’è ancora molto lavoro da fare ma sappiamo di poter contare su un bel gruppo, affiatato e motivato.

“Per molti dei nostri giovani corridori questa era la prima volta assoluta in una corsa a tappe di alto livello. Qui hanno potuto cimentarsi anche in una cronosquadre, disciplina non semplice. Complessivamente è stata un’esperienza che tornerà sicuramente utile in vista del prossimo impegno, il Tour of Croatia in programma dal 22 al 26 aprile, una corsa alla prima edizione che sulla carta si annuncia molto impegnativa” conclude il Ds Codol.

LA PRIMA A TAPPE DEL 2015 PER AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA

Ancona, 24 marzo 2015 – Area Zero-D’Amico-Bottecchia è pronta ad affrontare la prima corsa a tappe della stagione. La formazione continental italiana diretta dal Team Manager Ivan De Paolis sarà infatti a via della Settimana Internazionale Coppi & Bartali.

Quattro giornate sulle strade dell’Emilia-Romagna per un totale di cinque frazioni. La breve corsa a tappe come da tradizione si aprirà giovedì 26 marzo con il doppio appuntamento di Gatteo (Forlì-Cesena), tappa in linea al mattino di 99.5 km e cronosquadre di 13.3 km a Gatteo Mare il pomeriggio. Il programma prevede poi venerdì la 2a tappa Cesenatico – Sogliano al Rubicone (156.2 km), sabato la 3a tappa Calderara di Reno – Crevalcore (173.8 km) e domenica 29 marzo la 4a e ultima tappa Pavullo – Roccapelago (152.6 km).

Saranno quattro giorni di gara intensi, sarà un bel test per tutta la squadra e un’occasione per fare esperienza in particolare per i più giovani” spiega il Direttore Sportivo Massimo Codol. “Al Gp Nobili abbiamo visto un Parrinello in crescita che ha avuto buone sensazioni in salita centrando poi un discreto piazzamento allo sprint, da lui ci aspettiamo un ulteriore piccolo passo in avanti. Anche Paolo Ciavatta, che è un altro elemento esperto del nostro team, è in crescita e può fare bene. Poi ci sono i giovani per molti dei quali questa sarà la prima corsa a tappe nella massima categoria. Come detto loro sono qui soprattutto per fare esperienza, potranno testarsi in una cronosquadre e su un traguardo impegnativo come quello dell’ultima tappa a Roccapelago. Anche dai giovani comunque mi aspetto il massimo impegno, innanzitutto per cercare di portare a termine tutti i quattro giorni di corsa e magari poi provando anche a mettersi in evidenza sui traguardi parziali ed entrando in qualche fuga.”

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA NELLA TOP 10 DEL GP NOBILI

Ancona (AN), 19 marzo 2015 – La buona prestazione odierna al Gp Nobili Rubinetterie, classica piemontese del calendario italiano di primavera, regala soddisfazione e ottimismo al team Area Zero-D’Amico-Bottecchia.
A vincere sul traguardo di Stresa, dopo 187.5 km di corsa vera e tirata, è stato Giacomo Nizzolo (Trek), davanti al vincitore del 2014 Simone Ponzi (SouthEast) e Marco Haller (Katusha). Nella volata del gruppo nona piazza per Area Zero-D’Amico-Bottecchia con Antonio Parrinello.

“Con questo piazzamento di Antonio Parrinello oggi ci siamo affermati come la prima formazione continental al traguardo” spiega il team manager di Area Zero-D’Amico-Bottecchia Ivan De Paolis. “Cerchiamo di continuare con lo stesso impegno e la determinazione con la quale abbiamo iniziato il nostro cammino nel 2014. E’ una bella soddisfazione per la nostra squadra essere presenti in una top 10 di qualità al fianco di corridori di Pro Team e squadre Professional, tra le più quotate del gruppo, appena usciti dalla Tirreno-Adriatico e pronti per la Sanremo.”

Parrinello è in crescita e oggi lo ha dimostrato, ma siamo contenti anche dei nostri giovani per i quali ogni gara rappresenta un’opportunità per crescere e fare esperienza” continua De Paolis. “Un esempio è Adriano Brogi, uno dei migliori della nostra squadra in questo primo scorcio di stagione, che ha cercato la fuga dopo circa 30 km con un bel tentativo a due assieme a Samoilau (CCC Polsat). I due hanno preso un vantaggio di quasi 1 minuto, ma dietro il gruppo purtroppo non ha lasciato molto spazio andando a chiudere su di loro. L’unico rammarico è di non essere riusciti a entrare nella fuga di 27 atleti che ha poi animato la parte centrale della corsa. Infine un bravo meritato va a Francesco Baldi che oggi, a 19 anni da poco compiuti, ha fatto il suo debutto tra i prof facendo una buona prova, correndo davanti e cercando di essere utile alla squadra.”

PER AREA ZERO – D’AMICO – BOTTECCHIA C’E’ IL GP NOBILI RUBINETTERIE

Ancona (AN), 16 marzo 2015 – Continua la stagione di Area Zero – D’Amico – Bottecchia. Questa settimana la formazione continental italiana, diretta dal team manager Ivan De Paolis, sarà al via del Gran Premio Nobili Rubinetterie – 12a Coppa Papà Carlo – 7a Coppa Città di Stresa, in programma giovedì 19 marzo. 187.5 i km previsti, sul tradizionale percorso da Suno a Stresa sul Lago Maggiore, per la classica piemontese che si conferma tra gli appuntamenti importanti del calendario della primavera italiana.

Prevedo una corsa molto veloce con una media elevata fin dalle battute iniziali, come è successo lo scorso anno. Nel finale c’è una salitella da ripetere due volte che non è da sottovalutare. Difficile però che faccia una grande selezione anche perché poi fino al traguardo c’è spazio per recuperare” dice il direttore sportivo Massimo Codol. “Per quanto ci riguarda, i nostri uomini veloci che tengono bene anche in salita sono Silvio Giorni e Antonio Parrinello, che è in crescita. Inoltre possiamo contare anche su Paolo Ciavatta che arriva dal bel podio del GP Izola, anche se negli ultimi giorni ha dovuto fare i conti con un leggero virus influenzale che però sembra ormai risolto.”

Per Area Zero – D’Amico – Bottecchia ci sarà il debutto stagionale di Francesco Baldi.
La nostra squadra vuole essere soprattutto una palestra per permettere ai giovani di fare esperienza” spiega il team manager Ivan De Paolis. “Questo ragazzo classe 1996 è sicuramente una bella sfida, ha da poco compiuto 19 anni e frequenta ancora il Liceo Scientifico, alternando come è giusto che sia a quell’età studio e attività agonistica. Arriva dal sud, dalla Campania, per la precisione da Cava de’Tirreni (Salerno), che è anche la terra di uno degli sponsor che da il nome alla nostra squadra, D’Amico sottoli. Francesco si affaccia al mondo dei prof dopo aver fatto vedere ottime cose tra gli juniores, correndo con una squadra del nord Italia. Quello che ci aspettiamo da lui è che con noi possa fare un percorso graduale di maturazione e crescita.”

DEBUTTO A BARDOLINO PER IL TEAM BOTTECCHIA

Ieri il debutto per il Team Bottecchia con il trio al completo composto da Kevin Filipozzi, Marcello Pavarin ed Efrem Bonelli. E’ stata l’occasione per rientrare in clima agonistico e testare la propria condizione grazie ad un clima soleggiato e temperature primaverili.

Al via tanti nomi di primissimo piano, italiani e non, con un parterre da gara Internazionale. Efrem e Marcello partono benissimo restando nel gruppo di testa dopo le prime asperità ma un problema meccanico mette fuori gioco Marcello il quale è costretto al ritiro. La prima gara è sempre un terno al lotto anche per i materiali, i quali devono superare il primo vero test. Stessa sorte per Kevin, il quale è costretto a rallentare per una pizzicatura che lo costringe a fermarsi. Efrem imbocca l’ultima salita ancora nel 1° gruppo e con una prova solida e costante termina al 15° posto, nonostante la curva tirata dritta prima dell’arrivo che gli fa perdere posizioni preziose durante la volata finale.

Ora appuntamento alla Granfondo Tre Valli dove il Team Bottecchia sarà sempre in prima fila a battagliare. Vi aspettiamo all’Area Expo dove saremo presenti con relativo stand!

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA GUARDA ALL’ESTERO

Ancona (AN), 05 marzo 2015 – Area Zero D’Amico-Bottecchia ha il piacere di ufficializzare l’arrivo in squadra del colombiano Eduardo Estrada che diventa così il dodicesimo corridore della rosa della formazione continental italiana per la stagione 2015. Eduardo Estrada, classe 1995, è il secondo corridore straniero a indossare la maglia Area Zero-D’Amico-Bottecchia dopo l’albanese Iltjan Nika che ha già fatto il suo debutto in gara domenica 1 marzo al GP Izola.

“Quest’anno abbiamo deciso di ampliare i nostri orizzonti guardando anche all’estero non solo per sviluppare l’immagine della squadra a livello internazionale ma soprattutto per cercare degli innesti che contribuiscano a dare qualità alla rosa” spiega il team manager Ivan De Paolis. “Anche per la stagione 2015 la volontà di Area Zero è quella di dare sbocco ai giovani, sia italiani che stranieri, in modo serio e responsabile nel mondo del professionismo cercando di costruire basi solide in ottica futura.

Nika da juniores ha vinto la medaglia di bronzo al Mondiale di Firenze. Estrada ai Campionati Panamericani junior del 2013 ha vinto 4 medaglie d’oro in pista e con noi avrà modo di conoscere meglio e prendere confidenza con il ciclismo europeo” continua a spiegare De Paolis. “Lo scorso anno la nostra squadra ha avuto modo di fare un’esperienza importante in Sud America partecipando alla Vuelta a Colombia, dove abbiamo vinto una tappa e ottenuto ottimi risultati. Il ciclismo colombiano negli ultimi anni si sta confermando una bella realtà, in continua crescita, capace di sfornare continuamente talenti importanti pensiamo a Quintana, Uran, Betancur, Arredondo fino ad arrivare al baby fenomeno degli sprint Gaviria.

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA FORMATO PODIO

Ancona (AN), 02 marzo 2015 – Ottima partenza per Area Zero-D’Amico-Bottecchia che domenica 1 marzo al GP Izola, in Slovenia, ha ottenuto un buon terzo posto con Paolo Ciavatta, abruzzese classe 1984 di Nereto (Teramo) al secondo anno in maglia Area Zero. Per la formazione continental italiana diretta dal team manager Ivan De Paolis alla terza gara dell’anno è arrivato il primo podio stagionale. Paolo Ciavatta, che faceva parte della fuga a cinque che ha animato la corsa, ha tagliato il traguardo al terzo posto staccato di 1’10” dal vincitore l’austriaco Gregor Muhlberger (Team Felbermayr) e lo sloveno Primoz Roglic (Adria Mobil), secondo. A seguire a 1’14” il gruppo con quarto Marko Kump (Adria Mobil) e quinto Maksym Averin (Synergy Baku).

Un Area Zero-D’Amico-Bottecchia che punta quindi anche nel 2015 a confermarsi come una delle realtà più solide e importanti nel panorama continental italiano. “Siamo partiti in punta di piedi, consapevoli che c’è ancora molto da fare, ma con grande determinazione” dice il team manager Ivan De Paolis. “I risultati non hanno tardato ad arrivare. Ciavatta è stato molto bravo e questo podio da fiducia e morale a tutto il nostro gruppo per continuare a lavorare con il massimo impegno. Lo scorso hanno qui in Slovenia avevamo ottenuto un secondo posto, quest’anno siamo terzi. Ciò significa che il valore della nostra squadra è confermato.”

“Paolo ha interpretato al meglio la tattica di gara che avevamo studiato” dice il direttore sportivo Massimo Codol. “Due settimane fa nella corsa a Porec chi è andato in fuga era riuscita ad arrivare al traguardo quindi era importante essere presenti nella fuga giusta. Il percorso del GP Izola si presta per un arrivo in volata però i cinque fuggitivi con dentro il nostro Ciavatta sono riusciti a raggiungere un vantaggio considerevole con oltre 6 minuti di vantaggio sul gruppo. Dietro squadre forti come la Unieuro e la Mg KVis hanno tentato di organizzarsi per venire a riprenderci ma ormai era troppo tardi. I fuggitivi infatti hanno proseguito di comune accordo fino alla fine; poi negli ultimi 10 km, quando avevano ancora un margine di circa 3 minuti, tra i cinque battistrada è scoppiata la bagarre che ha deciso la corsa. Paolo ha comunque tenuto duro fino alla fine andando ad acciuffare un ottimo piazzamento dietro i primi due che si sono giocati la vittoria. Un piazzamento che per noi in questo momento vale moltissimo.”

I prossimi appuntamenti per Area Zero-D’Amico-Bottecchia sono il GP Nobili Rubinetterie (19 marzo) e la Settimana Internazionale Coppi e Bartali (26-29 marzo).

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA C’E’ IL GP IZOLA

Ancona (AN), 26 febbraio 2015 – Continua la stagione di Area Zero-D’Amico-Bottecchia. Domenica 1 marzo la formazione continental italiana diretta dal team manager Ivan De Paolis sarà al via del GP Izola Butan Plin in Slovenia, corsa nella quale lo scorso anno Area Zero ottenne un ottimo secondo posto.

“Al di là del risultato che si può ottenere in questa fase ogni corsa rappresenta una nuova opportunità di crescita” spiega il direttore sportivo Massimo Codol. “In Slovenia mi aspetto di vedere un altro piccolo passo in avanti da parte di tutta la squadra, soprattutto da quei corridori che in questo momento possono contare su una condizione migliore. I più esperti come Paolo Ciavatta e Antonio Parrinello sono in crescita. Il Gp Izola non ha un percorso molto selettivo quindi sarà probabile un arrivo in volata e dei nostri i più adatti per un esito di questo tipo possono essere Silvio Giorni e Giorgio Bocchiola. La scorsa settimana al Trofeo Laigueglia, dove ci siamo confrontati con squadre e corridori di alto livello, ci siamo subito messi in evidenza entrando con Adriano Brogi nella fuga buona, che ha poi animato gran parte della corsa. E’ questo lo spirito giusto per migliorare e crescere. E’ in questo modo che dobbiamo interpretare le corse, vogliamo vedere sempre determinazione e grinta nei nostri ragazzi.”

In Slovenia farà il suo debutto stagionale in maglia Area Zero-D’Amico-Bottecchia Iltjan Nika. “E’ un ragazzo albanese classe 1995 che vive da molti anni in Italia, cresciuto ciclisticamente qui da noi” spiega il Ds Codol. “E’ un corridore molto promettente, nel 2013 da juniores è riuscito a conquistare la medaglia di bronzo al Mondiale di Firenze alle spalle di corridori importanti come l’olandese Mathieu Van Der Poel e il danese Mads Pedersen. Iltjan ha i numeri per fare bene e auspichiamo possa avere un ruolo importante nell’economia globale della nostra squadra.”

01/03 Gp Izola (Slo) UCI 1.2
Corridori: Giorgio Bocchiola, Adriano Brogi, Paolo Ciavatta, Silvio Giorni, Davide Leone, Iltjan Nika, Antonio Parrinello, Nicola Poletti.
D.s.: Massimo Codol.

AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA AL 52° TROFEO LAIGUEGLIA

Ancona (AN), 17 febbraio 2015 – Ci sono le strade della Liguria ad attendere i ragazzi di Area Zero-D’Amico-Bottecchia. La formazione continental italiana diretta dal team manager Ivan De Paolis sarà al via del 52° Trofeo Laigueglia, corsa di 191.8km, in programma giovedì 19 febbraio. Si tratta di una classica del calendario italiano che quest’anno assume ancora più prestigio avendo ottenuto il titolo di corsa Hors Categorie.

“Per la nostra squadra il Trofeo Laigueglia rappresenterà una test significativo per misuraci con squadre e realtà di alto livello. Inoltre questa corsa tra le più importanti in Italia, sarà anche una bella vetrina per noi” spiega il Direttore Sportivo Massimo Codol anche quest’anno riconfermato sull’ ammiraglia di Area Zero-D’Amico-Bottecchia. “Sicuramente sappiamo che dobbiamo lavorare ancora molto, adesso siamo solo all’inizio e la stagione sarà molto lunga. Il Laigueglia è una corsa impegnativa, quest’anno il percorso sarà un po’ più duro rispetto al 2014, in particolare con un finale più selettivo. Lo scorso anno, con grande orgoglio e soddisfazione, eravamo riusciti a salire sul podio. In questo momento però la situazione è diversa, per noi l’importante è esserci e cercare di crescere corsa dopo corsa. Arriviamo al Laigueglia dopo il ritiro di Massa Vecchia, in Toscana, e dall’esperienza fatta al Gp Laguna, in Croazia, che ci è servito soprattutto per testarci con il ritmo di gara e amalgamare ulteriormente il gruppo. Gli elementi più in forma in questo momento sono Paolo Ciavatta e Silvio Giorni, che facevano già parte del gruppo Area Zero lo scorso anno, e anche Adriano Brogi. Comunque da parte di tutti ragazzi mi aspetto di vedere ogni giorno un piccolo progresso.”

Segui la corsa in TV: un’ampia sintesi della gara sarà proposta giovedì dalle ore 19:00 fino alle ore 20:10 su RaiSport1.