News & Events

IL TEAM ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC NEL MESE DI MARZO

milano_sanremo

3 Marzo 2021 – Trofeo Laigueglia

È BAIS IL PROTAGONISTA NEL DEBUTTO ITALIANO DI LAIGUEGLIA

Gara di livello il Trofeo Laigueglia di ieri, che ha aperto la stagione italiana. E Androni Giocattoli Sidermec protagonista. Ad animare la corsa, infatti, tra gli altri fin nel circuito finale di Colla Micheri anche Mattia Bais. In fuga, prima con undici compagni d’avventura, poi bravo ad insistere in un terzetto, che è stato l’ultimo a cedere al ritorno del gruppo e dei big, Bais, nonostante la fatica, ha chiuso il Trofeo Laigueglia non troppo distante dai migliori. A vincere, con una gran azione in solitaria, è stato l’olandese Mollema. Per l’Androni Giocattoli Sidermec buona anche la prova di Daniel Munoz, alla fine risultato il meglio classificato tra i corridori delle quattro squadre Professional italiane. In partenza a salutare il team anche Massimo Levorato di Work Service Group, che ha avuto modo di conoscere i ragazzi e seguirli nelle diverse fasi di corsa. Anche al riguardo arrivano le parole del team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio: «Abbiamo corso con lo spirito che ci contraddistingue e siamo lieti di averlo fatto per la prima volta di fronte a Massimo Levorato, patron della Work Service, che è venuto di persona alla corsa a rinnovarci il suo prezioso sostegno. A lui e a tutti i partner che ci sostengono, va il nostro ringraziamento per la fiducia nella squadra».

6 e 7 Marzo 2021 – Strade Bianche – Gran Premio Industria & Commercio di Larciano

A LARCIANO LA SCOPERTA DI TESFATZION

Buon week end di corse per l’Androni Giocattoli Sidermec impegnata sabato e domenica rispettivamente a Strade Bianche e Gran Premio Industria & Commercio di Larciano. Ieri nella gara Uci 1.Pro (193 chilometri totali) è arrivata una gran prova del giovane eritreo Natnael Tesfatzion. Il 21enne neoprofessionista al penultimo passaggio sulla salita del San Baronato ha letteralmente infiammato la corsa, creando in pratica la selezione poi decisiva negli ultimi chilometri. Alla fine successo del belga Vansevenant con Tesfatzion (primo corridore classificato tra le squadre Professional italiane) 12° in mezzo ad una selva di pedali World Tour. L’eritreo, che già al Laigueglia aveva fatto buone cose prima di pagare una crisi di fame, conferma, dunque, le sue qualità. Al riguardo si esprime il team manager di Androni Giocattoli Sidermec Gianni Savio: «Complimenti a Natnael Tesfatzion per la buona prova offerta a Larciano. Il corridore eritreo rappresenta la continuazione del progetto con il quale abbiamo scoperto e lanciato tra i professionisti, dei giovani talenti che hanno vinto con il nostro team e continuano ad imporsi nei team World Tour, come ad esempio Egan Bernal, grande protagonista anche nelle Strade Bianche». A proposito di Strade Bianche (gara del calendario World Tour), vinte dall’olandese Van Der Poel, per l’Androni Giocattoli Sidermec da segnalare la bella e generosa prova di Filippo Tagliani, bravo a rientrare sulla prima fuga di giornata. Quando era nel drappello dei fuggitivi, poi, per lui ci si è messa anche la sfortuna con una scivolata che ha condizionato l’azione.

10-16 Marzo 2021 – Tirreno Adriatico

UNA TIRRENO-ADRIATICO ALL’ATTACCO PER L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC

È stata una Tirreno-Adriatico intensa quella che dopo sette tappe si è conclusa ieri a San Benedetto del Tronto con la cronometro. Con l’elite del ciclismo mondiale presente, l’Androni Giocattoli Sidermec ha fatto decisamente il suo, mandando all’attacco a più riprese i suoi corridori. Così Mattia Bais con la prima delle due fughe nelle quali è stato protagonista è arrivato anche a vestire per un giorno la maglia bianca di miglior giovane. In evidenza anche lo svizzero Simon Pellaud, pure lui all’attacco nella frazione di Chiusdino. Note positive sono arrivate anche dal velocista Matteo Malucelli, dall’esperienza di Eduardo Sepulveda e dalla giovane freschezza dell’eritreo Natnael Tesfatzion. Natalino, come ormai è soprannominato in squadra, si è fatto vedere più volte nelle parti conclusive delle tappe davanti al gruppo al cospetto degli migliori, suscitando l’attenzione di commentatori e addetti ai lavori in una Tirreno-Adriatico che ha avuto una copertura televisiva di rilievo. Nei sette giorni di corsa buon lavoro di squadra, infine, per Daniel Munoz e Alessandro Bisolti.

20 Marzo 2021 – Milano-Sanremo

UNA MILANO-SANREMO IN FUGA

Una Milano-Sanremo più che mai all’attacco quella dell’Androni Giocattoli Sidermec che ha visto due suoi corridori in fuga per quasi 240 chilometri. Uno dei promotori dell’azione che ha caratterizzato la Classicissima dopo 4 chilometri è stato Mattia Viel con altri sei corridori. Una decina di chilometri più tardi nel drappello di testa si è poi inserito anche Filippo Tagliani, più che mai tenace nel crederci. I due corridori dell’Androni Giocattoli Sidermec, in una delle Sanremo (299 chilometri) più veloci di sempre (media oltre 45 km/h) e completamente coperta dalla diretta tivù, sono rimasti allo scoperto fino ai capi, prima del ritorno del gruppo. In casa Androni Giocattoli Sidermec da segnalare anche la corsa di baby Ponomar: l’ucraino, 18 anni, alla prima da professionista (aveva preso il posto all’ultimo di Pellaud costretto al forfait come Bais) si è comportato egregiamente, chiudendo in un gruppo a 3 minuti dal vincitore Stuyven. Sulla Milano-Sanremo arrivano le parole del team manager Gianni Savio: «Abbiamo animato la corsa con due uomini presenti nella fuga che ha caratterizzato gran parte della gara.Tutti i ragazzi sono stati davvero bravi. Andrii Ponomar? Lo consideriamo un talento. Lo faremo crescere, continuando il progetto giovani che contraddistingue la nostra squadra».

24-28 Marzo – Coppi e Bartali

ALLA COPPI E BARTALI ARRIVA IL 2° POSTO NELLA CLASSIFICA A SQUADRE

Si è chiusa ieri dopo cinque intensi giorni di corsa la Coppi e Bartali. E per l’Androni Giocattoli Sidermec si è chiusa davvero bene con il 2° posto nella classifica a squadre, ad 1” solo dalla Ineos. Un risultato (erano nove le formazioni World Tour presenti) che premia l’ottima condotta in gara sulle strade dell’Emilia Romagna, culminate anche con il 5° e l’8° posto del sempre più interessante Tesfatzion a Riccione e San Marino. Anche ieri nella tappa conclusiva di Forlì, vinta dal danese Honorè sul connazionale Vingegaard (primo nella generale), i ragazzi di Androni Giocattoli Sidermec si sono mossi bene, presentando Cepeda nel primo gruppetto all’inseguimento dei due battistrada e ben quattro corridori nel secondo immediatamente a ridosso. Nella classifica generale ben tre corridori (Tesfatzion, Cepeda e Ravanelli) hanno chiuso nella top-20, senza trascurare la buona prova di Sepulveda, in fuga a San Marino. Bravo anche il 18enne ucraino Ponomar che ha spesso retto il ritmo dei più forti. Sfortuna, invece, per l’altro 18enne Umba costretto al ritiro, così come il croato Josip Rumac fermatosi nell’ultima frazione. Sulla corsa arriva il commento del team manager Gianni Savio: «Siamo orgogliosi di aver ottenuto il secondo posto nella classifica a squadre. Per un team Professional è un risultato importante da dedicare a tutti i tifosi che ci sostengono sempre con passione ed entusiasmo». La squadra ieri prima della partenza dell’ultima tappa si era fermata a far breve visita a Pino Buda per una foto davanti alla sua Sidermec. Un bel momento dove l’appassionato patron romagnolo non ha mancato, una volta di più, di far sentire la propria vicinanza alla squadra.