PROTAGONISTI NELLA PRIMA TAPPA DELLA TIRRENO-ADRIATICO

 

Ha il volto e il nome di Simon Pellaud l’inizio di Tirreno-Adriatico dell’Androni Giocattoli Sidermec. Il corridore svizzero, al rientro dopo la caduta al Giro dell’Emilia, è stato grande protagonista della prima tappa della corsa dei due mari, scattata oggi con la Lido di Camaiore-Lido di Camaiore di 133 chilometri.

Pellaud ha promosso la fuga a quattro di giornata dopo una manciata di chilometri. Poi diventati in sette per un breve tratto, i fuggitivi si sono assottigliati a due con lo scatto dell’elvetico dell’Androni Giocattoli Sidermec che a 90 chilometri dalla conclusione ha visto restargli a ruota il solo Martens della Jumbo Visma. I due hanno viaggiato di comune accordo con Pellaud primo sul terzo passaggio al Gpm del Monte Pitoro. L’azione è svanita solo a 19 chilometri dal traguardo con il gruppo in rimonta lanciato dalle squadre dei velocisti. Ad imporsi nello sprint finale il tedesco Ackermann su Gaviria.

 

Pellaud con la bella azione di oggi ha sfiorato la conquista della maglia di leader dei gran premi della montagna, dove è secondo in classifica.

Unica nota negativa in casa Androni Giocattoli Sidermec il ritiro di Kevin Rivera, bloccato da problemi intestinali.

Domani seconda tappa da Camaiore a Follonica di 201 chilometri.