News & eventi

TOUR OF CROATIA AREA ZERO-D’AMICO-BOTTECCHIA PROTAGONISTA NELLA TAPPA REGINA

La tappa regina del Tour of Croatia ha regalato forti emozioni. La 3a tappa, da Plitvice a Ucka (Vojak) di 228 km con arrivo in salita sul Monte Maggiore a una quota di oltre 1300 metri, è stata caratterizzata da una fuga iniziale di 12 km che successivamente si è ridotta a 4 corridori: il polacco Maciej Paterski (CCC Polsat), il croato Radoslav Rogina (Adria Mobil), lo spagnolo Jordi Simon (Team Ecuador) e il portacolori di Area Zero-D’Amico-Bottecchia Antonio Parrinello che ha dimostrato grinta e carattere lanciandosi in questa avventura.

Chilometraggio, salite e condizioni meteo difficili hanno reso la tappa molto impegnativa. Alla fine sul traguardo di Vojak si è imposto il polacco Maciej Paterski che sull’impegnativa ascesa finale di oltre 20 km si è involato da solo verso la vittoria e la maglia di leader resistendo alla rimonta dei migliori del gruppo, tra i quali per Area Zero erano presenti Paolo Ciavatta e il giovane colombiano Eduardo Estrada (che ha preso regolarmente il via nonostante la brutta caduta di ieri). Secondo posto per lo sloveno Primoz Roglic (Adria Mobil) staccato di 18” e terzo l’altro polacco Sylvester Szmyd (CCC Polsat) a 33”.

Antonio Parrinello è stato riassorbito dal gruppo circa a metà della salita finale. “Non avevo mai fatto una fuga così lunga, è stata una tappa durissima sotto tutti i punti di vista” spiega Parrinello che oggi è rimasto allo scoperto per oltre 200 km. “Le prime due tappe mi sono servite per riprendere confidenza con il ritmo di gara e capire se avevo recuperato bene dai postumi della caduta alla Coppi e Bartali. Oggi sono riuscito a entrare nella fuga giusta. Purtroppo dietro il gruppo non ci ha mai lasciato prendere troppo vantaggio. Quando siamo rimasti in quattro ho capito che sarebbe stato difficile arrivare al traguardo. E sulla salita finale si è visto subito che Paterski aveva una marcia in più. Comunque sono soddisfatto l’azione odierna per me è stata un test importante e ho avvertito ottime sensazioni”.